Partecipiamo.it...vai alla home page
 
Santino Gattuso
 
 
Pagine riflessioni
Pagina 1- 2 - 3
 
Un importante riconoscimento
Comunicato stampa
Le riflessioni di Santino Gattuso

I meccanismi mentali dell'essere umano sono davvero molto complessi. La ricerca della felicità segue percorsi diversi per ciascuno di noi, ma tutti noi abbiamo in comune l'esigenza di raggiungerla.

Non voglio distinguere la felicità dalla serenità tante volte ne abbiamo parlato, ma desidero solo sottolineare che qualunque sia il percorso è il risultato che conta.

I silenzi o le parole possono essere frutto di felicità o al contrario di infelicità, tutto dipende dal modo come questi, come altri, comportamenti vengono palesati ma soprattutto come vengono percepiti.

Come diceva Luigi Pirandello così è se vi pare ogni persona interpreta lo stesso comportamento in modi diversi e l'azione più bella può apparire come una volontà di scontro e/o viceversa solo sulla base della cultura, dei sentimenti, dei modi di vedere le cose degli interlocutori in gioco.

Sforziamoci sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno questo è il passe-partout di una vita serena e non intendo dire che dobbiamo essere degli utili idioti, ma che dobbiamo sforzarci di vedere il bene laddove c'è.

16 Luglio 2021

                                                                                               Santino Gattuso

 

Per onore di verità la frase dell'immagine che viene attribuita a Voltaire in realtà è stata pronunziata alla scrittrice inglese Evelyn Beatrice Hall

La tolleranza è alla base della crescita di ciascuno di noi. I pregiudizi sono alla base dell'ignoranza e non ci consentono di comprendere ciò che il resto del mondo ci comunica. È la nostra capacità d'ascolto e di riflessione che ci offrono la possibilità di crescere, migliorare e superare i nostri limiti.

Solo assumendo questi comportamenti virtuosi possiamo fare nostro ciò che di buono gli altri ci trasmettono e migliorare quanto di buono noi stessi siamo in grado di esprimere, la nostra crescita è legata alla capacità di confronto dinamico e al superamento dei limiti che la nostra interiorità ci impone. Come diceva Mohandas Karamchand Gandhi ”Acquistiamo il diritto di criticare severamente una persona solo quando siamo riusciti a convincerla del nostro affetto e della lealtà del nostro giudizio, e quando siamo sicuri di non rimanere assolutamente irritati se il nostro giudizio non viene accettato o rispettato. In altre parole, per poter criticare, si dovrebbe avere un’amorevole capacità, una chiara intuizione e un’assoluta tolleranza”

15 Luglio 2021

                                                                                               Santino Gattuso

Questa stagione della nostra vita, è la stagione in cui la libertà è il bene primario che è venuto meno e che più desideriamo.

La paura di ciò che possiamo incontrare fuori dalla protezione del nostro focolare domestico, però, costruisce dentro noi sentimenti contraddittori fra il desiderio di essere liberi e il desiderio di vivere in una prigione dorata che ci rassicura e ci tiene lontani dal rischio.

Per la prima volta, forse nella storia dell’umanità, nella nostra vita interiore, la libertà viene vissuta come un problema e non come l’opportunità di una vita migliore.

In questo momento vengono fuori tutte le contraddizioni che abbiamo vissuto interiormente, fra la ricerca della libertà che oggi somiglia più a un desiderio e la paura di ottenerla, giustificata da fattori esterni reali e da ragionamenti razionali.

Ma come sempre nella storia dell’umanità, uomini e donne sono divisi fra coloro che soddisfano il desiderio di libertà dando sfogo al proprio bisogno di evasione e coloro che preferiscono dare spazio al proprio bisogno di protezione e alla paura di andare incontro al pericolo invisibile che stiamo vivendo.

In tutta questa sofferenza che dilania la mente e il corpo, viene fuori l’eterna contraddizione in cui la ricerca della libertà non è solo un fatto legato a freni esterni e sociali, ma al contrario è l’immagine di sé e l’identificazione con essa che, non si spazza via come le foglie dal marciapiede, ma è un duro processo fondato sulla conoscenza, sulla consapevolezza, sulla comprensione.

L’uomo veramente libero, infatti, deve lottare con forza non con il mondo esterno, ma con sé stesso perché sono i condizionamenti interiori che determinano la vera mancanza di libertà e non quelli che vengono dal mondo esterno.

 

5 Aprile 2021

                                                                                               Santino Gattuso

La Pasqua è il giorno in cui muore la morte per dare spazio alla vita che nasce nei nostri cuori.

La morte dell'uomo che viene sostituito dall'uomo nuovo e dalla gioia della vita che noi desideriamo vivere al di là dei piccoli desideri e delle singole opportunità che la nostra esistenza ci offre.

Diamo alla nostra esistenza l'opportunità di vivere, dentro noi, quello che la morte e la resurrezione rappresentano e dopo aver azzerato tutto ciò che siamo stati fino ad oggi, sforziamoci di selezionare il meglio che la vita ci ha insegnato per custodirlo e di costruire nuovi percorsi di vita che sostituiscano ciò che non vale la pena conservare con percorsi d'amore e di rinascita. Viviamo la nostra esistenza in amore ed armonia con le persone che stanno intorno a noi, rinunciando a vedere i loro difetti per andare alla ricerca dei pregi che hanno e dando ad essi la massima visibilità nel nostro cuore.

Pasqua è anche messaggio d'amore e l'amore richiede pace ed essa si potrà realizzare solo se tutti noi, nel nostro intimo, crediamo nella pace e le diamo forza in ogni comportamento che caratterizza la nostra esistenza...

 

5 Aprile 2021

                                                                                               Santino Gattuso

Come dice Barack Obama nel suo libro la terra promessa "Puoi creare potere non opprimendo gli altri, ma elevandoli. " Tutti i grandi della terra, quelli veri, non pensano mai a fare del male agli altri, ma a costruire un mondo migliore.

Questo non esclude la possibilità di fare errori, ma dice che dietro alle grandi rivoluzioni non c'è la volontà di fare del male bensì di costruire un mondo migliore.

Chi usa la cattiveria e l'odio presto o tardi è destinato a scomparire può anche restare nei libri di storia, ma sarà additato come esempio da scartare e lottare.

La nostra società si arricchisce e diventa migliore laddove c'è un tentativo di perseguire questo obbiettivo e la storia ci insegna che se una volta uccidere era considerato giusto per punire errori anche futili, oggi uccidere viene condannato anche se a farlo sono uomini che stanno al potere.

Anche noi possiamo fare la nostra parte diffondendo la cultura della pace e dell'amore, e mettendo al bando la cultura dell'odio. Occorre giustificare, perdonare e correggere chi sbaglia, ma solo se l'errore è fatto in buonafede, altrimenti condannare con lo scopo di dare l'esempio di ciò che non è giusto fare e con lo scopo di cambiare i comportamenti e non di vendicarsi.

 

23 Febbraio 2021

                                                                                               Santino Gattuso

I nostri comportamenti, le nostre idee, le nostre convinzioni in sintesi il nostro modo di essere è ciò che ci caratterizza.

Tutte le persone che si avvicinano a noi lo fanno perché vengono attratti da esso.

Spesso noi giudichiamo chi non si avvicina a noi come persone cattive nei nostri confronti e non ci rendiamo conto che ciò che li tiene distanti siamo proprio noi e i nostri modi…

Dobbiamo allora capire che se vogliamo attrarre a noi qualcuno non dobbiamo aspettare la sua iniziativa, ma dobbiamo cambiare i nostri comportamenti perché nessuno si avvicinerà fino a quando non troverà in noi qualcosa di interessante o addirittura di affascinante.

 

23 Febbraio 2021

                                                                                               Santino Gattuso

La nostra esistenza si è sempre posta al centro fra scienza e filosofia, la scienza offre soluzioni empiricamente dimostrate, la filosofia sviluppa idee da sottoporre all'esperienza per renderle scienza.

In questo momento, nella nostra società, stiamo vivendo una situazione in cui la scienza viene messa in discussione, ma non da ragionamenti filosofici che aprono a verità scientifiche nuove, ma da comportamenti finalizzati a interessi di parte che inducono le persone ignoranti a dubitare della scienza. Per fare questo si fa uso della percezione della disonestà che è tipica dell'umanità e che viene sottintesa in un ragionamento che fa credere di essere finalizzato agli interessi collettivi e che invece fa gioco solo a pochi soggetti che cercano il seguito delle persone più ignoranti facendo leva sulle loro paure.

Per assurdo, quindi, si verifica che persone che non hanno possibilità di dimostrare scientificamente la correttezza delle proprie tesi, mettono in dubbio verità scientificamente dimostrate con esperimenti concreti solo perché l'urgenza ha indotto a ridurre le esperienze a dimostrazione delle tesi scientifiche.

Ma dopo la prima diffusione di un vaccino, che ormai comincia ad essere sperimentato in larga scala, perché noi siamo portati a credere a chi diffonde paure ingiustificate superando addirittura l'unica paura veramente reale che è quella del virus?

Amici e amiche, non voglio dare risposte, ma vi chiedo di riflettere su questo argomento perché il dubbio è padre del vero e la verità, che noi non avremo mai in nostro possesso, è sempre frutto dell'evoluzione del pensiero e quindi del dubbio.

 

30 dicembre 2020

                                                                                               Santino Gattuso

Cos'è il Natale?

Tanti aspettano i doni, le vacanze a scuola, il ponte che consente di non lavorare, i vari giochi che si intrecciano come dettato della tradizione, lo stare insieme per giornate intere dimenticando ogni preoccupazione...

Altri aspettano l'arrivo di Gesù come una sana tradizione che si ripete perchè così ci è stato insegnato, ma quanti riflettono sul vero senso di questa festa e sul vero messaggio che essa ci offre e sul quale ci spinge a riflettere?

Il Natale ha un messaggio importante  per tutti noi, unisce le nostre anime, unisce chi si vuole bene, ci insegna che l'unione fra le persone non è solo vicinanza fisica, ben poca cosa, ma il gusto di amarsi con quei sentimenti nobili che vanno al di sopra di ogni umana debolezza, avvicina uomini e donne al di la di ogni umana diffidenza, stimola a guardare alle persone come esseri umani e non come altri da noi, come nostri concorrenti, come persone che possono togliere qualcosa ai nostri egoismi.

Il Natale è il piacere di spogliarsi di tutto ciò che divide e vestirsi di sentimenti che uniscono al di sopra delle idee, degli interessi, di ogni piacere umano che dura giusto il tempo di viverlo.

È Natale ogni volta che sappiamo essere umili e accettiamo di riconoscere i nostri limiti e la nostra debolezza.

È Natale ogni volta che abbiamo la capacità di rispettare la vita e di comprendere la sua importanza, quando le abitudini vengono superate per dare un senso di fraternità e amore alla nostra esistenza, quando riusciamo a sentire il calore dei sentimenti che proviamo per gli altri e "i pensieri, i sentimenti spaziano e raggiungono i ricordi che custodiamo nel cuore. Li tratteniamo a fior di labbra e li sussurriamo a chi amiamo, a chi ci è accanto e a chi vive in noi in quel ricordo imperituro con amore e solo per amore!*"

Il Natale è la capacità di rinascere dando spazio alle nostre riflessioni per superare abitudini che fanno male alla nostra esistenza, è la capacità di offrire agli altri tutto ciò che possiamo senza pensare ad essere ricambiati, perchè la cosa più bella è donare, non ricevere.

Natale è la notte dei sentimenti nobili, dell'amore, dell'amicizia, l'amore che sublima l'anima e la porta al di sopra delle umane debolezze, è la notte in cui le anime che si somigliano si uniscono per provare gli stessi sentimenti l'uno per l'altra e si donano l'uno all'altra superando se stesse, la notte in cui la nostra sensibilità ci porta a fonderci insieme nell'amore universale per gli uomini e le donne, per l'umanità intera e per il creato di cui noi, piccoli esseri insignificanti, facciamo parte. 

Il Natale è una luce che ci guida e ci aiuta a superare tutto ciò che anima la volontà di allontanarsi gli uni dagli altri, ma dobbiamo lasciare che essa ci guidi sempre, non solo un giorno l'anno.

 

26 dicembre 2020

                                                                                               Santino Gattuso

*Giulia Tatti

L'amore è un sentimento che fa tanto bene alla salute mentale di tutti noi, ma può farci molto male quando si ripone nella persona sbagliata che si approfitta di noi.

L'amore, quello di coppia e non solo, viene vissuto da tutti con sfaccettature diverse, con esigenze diverse, tutti noi siamo soliti attribuirgli delle caratteristiche particolari e sulla base di queste caratteristiche decidiamo chi ci ama e chi no...

Ma ciascuno di noi ha un modo diverso di esprimere l'amore e chi lo riceve deve solo comprendere se le attenzioni dell'altro sono vere manifestazioni d'amore o altro.

Tante persone pretendono dal partner o dalle persone cui offrono le loro attenzioni di essere amati, ma l'amore non può essere un obbligo, se c'è, è una piccola fiammella che arde e che viene espressa col proprio modo di essere e di comunicare. l'amore è un sentimento che, come dice Frida Kahlo, "ti ascolti quando canti, ti appoggi quando fai la ridicola, rispetti il tuo essere libera che ti accompagni nel tuo volo..."

 

Ti meriti un amore

Frida Kahlo

 

 

Ti meriti un amore che ti voglia

spettinata,

 

con tutto e le ragioni che ti fanno

alzare in fretta,

 

con tutto e i demoni che non ti

lasciano dormire. Ti meriti un amore che ti faccia

sentire sicura,

 

in grado di mangiarsi il mondo

quando cammina accanto a te,

 

che senta che i tuoi abbracci sono

perfetti per la sua pelle.

 

Ti meriti un amore che voglia ballare

con te,

 

che trovi il paradiso ogni volta che

guarda nei tuoi occhi,

 

che non si annoi mai di leggere le

tue espressioni.

 

Ti meriti un amore che ti ascolti

quando canti,

 

che ti appoggi quando fai la ridicola,

che rispetti il tuo essere libera,

 

che ti accompagni nel tuo volo,

che non abbia paura di cadere.

 

Ti meriti un amore che ti spazzi via le

bugie

che ti porti il sogno,

il caffè

e la poesia.

 

Frida Kahlo

 

 

28 novembre 2020

                                                                                               Santino Gattuso

Il tempo scorre (πάντα ε, "tutto scorre”) e noi non abbiamo alcuna facoltà di condizionare il suo corso.

 Anche il tramonto della vita è inesorabile dal punto di vista fisico nessun sole sopravvive a un tramonto, l’uomo nasce, cresce e muore e le sue scelte possono solo cambiare la qualità e la durata della vita, ma non l’inesorabile fine che è già scritta nel momento in cui ci avviamo a nascere.

Nel percorso che accompagna l’invecchiamento le esperienze vissute, le memorie e i progetti, i dubbi e le sicurezze, l’umiltà e l’amore, la crescente saggezza arricchiscono la nostra storia di nuovi significati, e la nostra crescita intellettiva, pur nel lasso di tempo che ci è concesso, dipende molto dalle scelte, dalle valutazioni e dalle decisioni che vorremo prendere.

Per questa ragione ho scelto di battermi fino all'ultimo giorno della mia vita per arricchire il mio patrimonio di conoscenza e perché io penso che la nostra salute mentale, salvo malattie incontrollabili, dipende principalmente da noi, dal bambino che c’è in noi e che sa stupirsi donandoci sempre un’alba nuova, una gioia immensa uno stimolo nuovo che ci aiuteranno a mantenere la capacità di apprendere nuove conoscenze donandoci, così, l’elisir di eterna gioventù. Impariamo a vivere il nostro tramonto e ad assaporarlo come una ulteriore opportunità che ci viene concessa e che ci dona altra ricchezza interiore.

 

2 novembre 2020

                                                                                               Santino Gattuso

La diversità ci consente di avere stimoli che non avremmo mai da chi ha vissuto una esistenza simile alla nostra, impariamo a cogliere l'occasione dell'incontro con chi è diverso da noi per ottenere doti che nascono dalla nostra capacità di accettare nuove sfide con noi stessi….

Evitiamo di spaventarci quando incontriamo un diverso, ma immaginiamo che dietro a quella diversità c'è uno scrigno prezioso che non potremmo mai conoscere chiudendoci a riccio nel nostro piccolo mondo.

2 novembre 2020

                                                                                               Santino Gattuso

 

"M'illumino di immenso", diceva Giuseppe Ungaretti... Questa è la sensazione che provo quando mi fermo in riva al mare e lo osservo. Osservo questa immensa massa d'acqua che ci dona la sensazione della sua enormità, ma che, nel contempo, ci mostra i nostri enormi limiti facendoci sentire, al suo cospetto, molto piccoli. Ci mostra una superficie che in apparenza è solo acqua ma che, se osservata nella sua integrale essenza, ci nasconde meraviglie che sono solo per pochi ed esattamente per chi è capace di andare, oltre le apparenze, alla ricerca della vera natura delle cose. Anche la vita, come il mare, può essere osservata in vari modi tocca a noi scegliere quello a noi più consono.

4 agosto 2020

                                                                                               Santino Gattuso

Amare è un atto di grande generosità, chi ama non chiede nulla in cambio, ma considera sufficiente a soddisfare se stesso il sentimento che prova... “Cos'è l’amore? Chiese una bambina di cinque anni a suo fratello maggiore e lui rispose: L'amore, è quando tu ogni giorno a pranzo rubi il mio pezzo di cioccolato e io, nonostante questo, continuo a lasciarlo nello stesso posto per te, tutti i giorni.” In un mondo come il nostro dove gli egoismi sono alla base di tutto non è facile amare perché molti operano per avere qualcosa in cambio e il comportamento di chi ama viene osservato con sospetto e viene interpretato come la voglia di soddisfare bisogni personali, chi osserva, infatti, proietta su l'altro i propri sentimenti. Molto vero quello che dice Coelho l'amore è un atto di abbandono e se vogliamo amare veramente dobbiamo lasciare il controllo della nostra vita al nostro sentimento e lasciare che tutto vada come deve andare... come diceva Santa Teresa di Calcutta... "L'uomo è irragionevole, illogico, egocentrico. Non importa, amalo!... Dà al mondo il meglio di te e ti prenderanno a calci. Non importa, dai il meglio di te!

1 agosto 2020

                                                                                               Santino Gattuso

"Ti ignorerò così tanto che inizierai ad avere dubbi sulla tua stessa esistenza."... Questo comportamento è molto frequente ed è il frutto di una visione egocentrica esasperata del mondo.

Molte persone sono talmente convinte di essere al centro dell'universo che ignorando qualcun altro pensano di togliergli l'ossigeno per respirare, di cancellare la loro stessa esistenza. Se ciò veramente vi accade, voglio segnalarvi che è in voi il problema e nelle vostre scelte, non certo nell'importanza che una qualsiasi persona può avere nella vostra vita.

Ve lo dico con parole di Rudyard Kipling, infatti " se per te ogni persona conta, ma nessuno troppo… tua è la Terra e tutto ciò che contiene, e - cosa più importante - sarai un Uomo, figlio mio! e allora se noi abbiamo dato troppa importanza a qualcuno, chiunque esso sia, e se scopriamo che costui non ha saputo e non sa ricambiare l'importanza che gli abbiamo dato, cancelliamolo dal centro del nostro mondo, trasformiamolo in un lontano satellite e finalmente potremo scoprire che il mondo va avanti lo stesso e ancora di più, in tanti casi, scopriremo che il nostro mondo è migliore senza la loro quotidiana o frequente presenza.

25 Luglio 2020

                                                                                               Santino Gattuso

 
 

Secondo Pitagora "alcuni partecipano alla vita per lottare, altri per commerciare, altri ancora - e sono i migliori - per assistervi, così nella vita, diceva, alcuni nascono schiavi della gloria e cacciatori di guadagno, altri filosofi della verità"...

Decidiamo cosa fare della nostra vita e godiamo di questo spettacolo meraviglioso assumendo per noi la parte che ci aiuta ad aumentare il nostro benessere nella consapevolezza che la fine arriva per tutti e noi lasceremo agli altri il messaggio che abbiamo saputo e, perché no, voluto diffondere.

Io, seguendo le orme di Emil Cioran, penso di schierarmi fra coloro che cercano la verità pur consapevole che assumo un compito irrealizzabile ma che, proprio per questo, ha più fascino di una meta accessibile.

12 Luglio 2020

                                                                                               Santino Gattuso

 

"Ma se un giorno mi chiamerai e non risponderò, vieni correndo da me: perché di certo avrò bisogno di te!" ... quante volte nella nostra vita abbiamo chiamato una persona cara e alla mancata risposta, piuttosto che capire cosa le ha impedito di rispondere, abbiamo pensato che ci ha abbandonato?

Tante volte certamente perché noi non siamo alla ricerca delle reali ragioni che stanno dietro alle cose ma preferiamo giudicare il comportamento degli altri e quando lo facciamo siamo giudici implacabili, al contrario, invece, siamo sempre pronti a giustificare le nostre azioni.

8 Luglio 2020

                                                                                               Santino Gattuso

 
 

Avete mai avuto la sensazione che qualcosa intorno a voi vi spinge a vivere soli? Avete mai provato a lottare per uscire dalla solitudine con tutte le forze? Vi è mai successo di avere la sensazione che non riuscite a cambiare le cose per ottenere ciò che considerate alla base dei vostri desideri, dei vostri sogni, dei vostri principi, di ciò che è più importante per la vostra esistenza... e che secondo voi non vanno nella giusta direzione?

Avete mai immaginato di avere costruito la vostra esistenza su basi che portano nella direzione opposta rispetto a quella verso la quale vorreste andare? A volte ho la sensazione di vivere in un mondo che gira al contrario come se tanta gente corresse senza accorgersi che intorno a sé esiste un mondo fatto di emozioni, di desideri, di sentimenti e va alla ricerca di frutti del consumismo che non hanno nessun valore reale…

La mia domanda è, si può vivere in questo modo? È possibile condurre una vita al di fuori della propria interiorità e non accorgersi di nulla? Non accorgersi delle proprie sensazioni, dei propri desideri più veri, ma neppure del mondo che gira intorno a noi, del sole che sorge e tramonta, dei ruscelli che scorrono, dell’erba che cresce e muore, degli odori che la natura ci offre, dei sapori che danno piacere al nostro palato, della vita che corre e che ci porta a perdere tutto ciò che abbiamo trascurato e che non potremo riavere mai più!

Tante persone vivono in questo modo, anche io l’ho fatto, e quando arriva il momento che prendiamo consapevolezza di tutto ciò cosa possiamo fare per cambiare le cose? per riportare la nostra esistenza a contatto col mondo reale e riuscire a portare il mondo reale a contatto con noi?

Questa volta non voglio darvi risposte ne so se esistono le risposte a queste domande, ma desidero sollevarvi dubbi. Il dubbio infatti, se non viene sottovalutato, ci può aiutare a trovare le risposte che cerchiamo.

28 Aprile 2020

                                                                                               Santino Gattuso

 
 
 
 

La nostra vita è un continuo procedere alla ricerca di sempre nuovi obiettivi, che scegliamo sulla base di interessi, passioni, bisogni o desideri.

Se otteniamo un successo ci esaltiamo, se subiamo un fallimento ci deprimiamo, ma questi modi che assumiamo davanti a un risultato riflettono semplicemente un sentimento temporaneo, quello che conta è il percorso che abbiamo intrapreso, il nostro modo di viverlo, i sentimenti che genera in noi e non è la tappa che ha solo un significato effimero. Come dice Churchill “è il coraggio di continuare che conta” perché solo chi si arrende perde in modo definitivo chi continua a lottare presto o tardi raggiungerà nuovi obiettivi che potranno soddisfarlo e lo incoraggeranno a procedere con entusiasmo nel proprio percorso.

15 Aprile 2020

                                                                                               Santino Gattuso

 
 
 
 

La vera forza dell'uomo è sempre stata la sua capacità di affrontare le grandi sfide e un grande ruolo nelle sfide epocali lo ha avuto la selezione della specie.

Chi si è saputo adattare alle condizioni di vita dell'ambiente è sopravvissuto, chi invece si è irrigidito sulla sua essenza originaria si è estinto per sempre...

Una sfida epocale è davanti ai nostri occhi e dobbiamo saperla combattere sia a livello collettivo che individuale.

Gli scienziati stanno lavorando per risolvere il problema sociale ma per quello che riguarda l'esistenza individuale la giusta risposta è solo nelle mani di ciascuno di noi, chi avrà la capacità di fare le scelte giuste potrà sopravvivere chi invece si irrigidisce su convinzioni sbagliate è destinato a morire.

La rigidità che spinge a restare sulle proprie convinzioni senza sforzarsi di capire le nuove sfide e senza adattarsi alle nuove condizioni di vita oggi sono il pericolo più grosso, l'apertura mentale ci consente di adattarci alle novità e sarà un grosso aiuto per poterci garantire la sopravvivenza.

Oggi è il momento in cui tutti comprendiamo che non esistono razze superiori ad altre ma tutta la specie umana, nella sua unicità, deve interrogarsi e dare a se stessa le giuste risposte.

Non c'è colore della pelle o forma degli occhi che potranno proteggerci, ma potrà farlo solo la nostra conoscenza, la nostra flessibilità, la nostra capacità di adattarci al cambiamento... e come diceva Herbert George Wells "adattarsi o perire, ora come sempre, è l’imperativo inesorabile della natura".

Sforziamoci allora di comprendere il cambiamento e di trovare soluzioni che ci consentano di sopravvivere chi non saprà farlo è destinato a scomparire dalla faccia della terra.

9 Aprile 2020

                                                                                               Santino Gattuso

 
 
 
 

Il Se, quella vocina che dentro noi ci dice dove andare e cosa fare, il grillo parlante, la coscienza morale che abbiamo sempre avuto dentro e che possiamo tirare fuori solo a condizione che siamo veramente disposti a dargli ascolto in ogni occasione e con la dovuta attenzione e che è il solo strumento che può donarci la nostra autonoma capacità di decidere e di evitare condizionamenti che non sempre ci portano nella giusta direzione e che, come dice Marie- Louise Von Franz, “…Può emergere (il Se) lentissimamente, o può svilupparsi, in maniera relativamente completa, solo nel corso dell'intero ciclo vitale del soggetto…”.

Quanti di noi tirano il martello al grillo parlante per poi lasciarsi condurre dal gatto e dalla volpe?

Impariamo a vivere la nostra vita guidati dalla nostra coscienza e ad andare nella giusta direzione a qualunque costo, pur riflettendo e ragionando su quali siano le possibilità alternative ma valutandole senza mai trascurare le linee guida dettate dalla nostra coscienza…

 

26 Marzo 2020

                                                                                               Santino Gattuso

 
 
 
 

La sola cosa che ci permette di vivere una vita accettabile è la capacità di essere in pace con noi stessi...

La pace interiore non ci viene dall'esterno, ma dobbiamo essere capaci di trovarla dentro di noi e mantenerla e svilupparla col passare degli anni!

Gli eventi esterni possono porci in una condizione di equilibrio instabile, siamo noi che dobbiamo mantenere un comportamento equilibrato rispetto a ciò che potrebbe minare la nostra serenità.

Molti mi diranno che non è possibile essere sereni quando eventi destabilizzanti ci travolgono, ma io dico loro che solo noi possiamo evitare che gli eventi stessi travolgano la nostra interiorità.

Il comportamento da assumere lo decidiamo noi, e non il fatto esterno.

È la decisione che noi prenderemo che alla fine condizionerà il nostro benessere e i nostri comportamenti successivi.

Questo spiega perché davanti allo stesso evento le reazioni sono diversificate.

 

22 Marzo 2020

                                                                                               Santino Gattuso

 
 
 
 

La speranza è l’ancora che ci lega alla vita in modo indissolubile…!!!

L’uomo può rinunciare a qualunque cosa, ma deve avere una spinta interiore che gli dice… domani andrà meglio, vedrai che riuscirai ad affrontare e superare il problema… riesce a superare anche la perdita di una persona cara, ma deve avere dentro sentimenti che gli indicano nuove vie utili e sufficienti a colmare quell'enorme vuoto affettivo che si sono trovate dentro…

La vita di tutti noi in questi giorni è colma di un sentimento, la paura, che ci consente di accettare rinunce che in tempi diversi non avremmo mai potuto immaginare di sopportare, ma la vera forza che ci sostiene e ci consente di fare ciò è la speranza che ci spinge a pensare una sola cosa… ce la farò!!!

 

14 Marzo 2020

                                                                                               Santino Gattuso

Nota bene: scritto nel periodo della pandemia del Coronavirus