Partecipiamo.it

 
 

Giulia Luigia Tatti

 
 

 

 

Non so spiegare

 
 
 
 

E' nell' armonia
il completamento di tutto quanto esiste,
in tutto ciò che a noi è simile, eppure diverso,
voci lontane, suoni nello spazio,
la percezione di una felicità raggiunta
se nulla ci mancasse,
salvo noi stessi.
Non so spiegare
il bisogno che mi richiama un ricordo,
di cui non ritrovo la bellezza e in cui
non rivedo me stessa.
Piove da un cielo lacero,
sommesso, avanza un bisbiglio,
diventa sibilo che attraversa gli alberi,
li piega, frementi, impauriti
da balenio di fiamma che arde nel vuoto, e poi,
si spegne senza aver rischiarato nulla.
Indovino suoni che amo, cercandoli,
eppure non li sento,
il dolore mi addormenta ma il tempo non si ferma.
L' amarezza e il silenzio,
opprimenti e sospesi,
incombono sui miei giorni sfumati davanti agli occhi miei
e più grandi della mia stessa attesa.
Immagini lontane, isolate,
avvolte da una malinconia che ignora, ormai,
la sorgente da cui sono sgorgate.