Partecipiamo.it

 
 

Giulia Luigia Tatti

 
 

 

 

Indifferenza

 
 
 
 

 

 

 

 

Un sorriso dal sapore amaro

dipinto sulle labbra, ombre sorridenti,

in silenzio                                         

mi passano in parte

senza guardarmi,

come  fossi un’ombra

anch' io

o una macchia unta sul pavimento.

Anche quelli come me

voltano gli occhi quando mi avvicino

e si tappano le orecchie

per non ascoltarmi,

costruendo

una parvenza di vitalità

con le illusioni

che chiamiamo ad affollarci la testa,

inventando

ricordi che facciano sorridere.

Chiusa nel mio cielo silenzioso

mi specchio nei tuoi freddi occhi,

parole algide come l’inverno

s’incrociano a sguardi che bruciano,

in inutili intrecci

di pensieri, in precario equilibrio

tra rumori

che divengono

parole e risate fastidiose.

E mentre un pubblico dipinto applaude

fissando il niente,

il sipario si abbassa

e la tragedia finisce.