Tiziana Mignosa
 
 
 
Sparute vitamine
 
 

La tua voce non è corda

 

dentro al pozzo

 

ma il volo del gabbiano

 

nell’azzurro immaginato

 

 

 

Eppure quand’è giorno

 

i miei occhi di stupore

 

riesci a colmare

 

 

 

Sparute vitamine

 

che sollievo

 

all’essenza ancora traballante

 

sanno donare

 

 

 

Questa è l’era in cui il nodo

 

l’intimità col pettine

 

riesce a trovare

 

 

 

e soffio polvere

 

sui logori calzari

 

che la strettoia dell’imbuto

 

hanno raggiunto

 

 

 

Come il tremore delle mani

 

davanti al sogno d’afferrare

 

così il bruco recita la fretta

 

 

 

ma è nel coraggio

 

che la farfalla

 

abbandonando goccia e negazione

 

d’azzurro e gioia il suo cielo veste

 
 
 
 
 

 

tiziana mignosa

agosto duemilatredici

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Partecipiamo.it - Pagina iniziale di Tiziana