Tiziana Mignosa
 
 
 

Settantadue lune

 
 

Sicuramente è passo nella bellezza

quello che avanza nel mondo delle forme

eppure a volte lo percepisco come

il respiro a metà del bosco senz’alberi

dove il prato non conosce erba

e l’estate ha il cielo dell’inverno.

 

Settantadue

sono le lune che ho contato

prima di comprendere veramente

che il dono che tra le mani avevo

non luccicava l’Amore che credevo

ma dell’adesso si nutriva pensando altrove.

 

Il tempo

è maestro a volte odiato

e lungo la sua linea imparo e attendo

non più gocciole che si disperdono nel fango

ma ali di cristallo

che lontano tengono i fiori dal cemento. 

 

 

tiziana mignosa

ottobre duemiladieci

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Partecipiamo.it - Pagina iniziale di Tiziana