Tiziana Mignosa
 
 
 
Piccolo uomo
 
 

A te che credi d’essere il più forte

solo perché le vittime col metro a tuo favore scegli

e col fucile in mano tu e loro senza

vai da chi neanche sa della tua esistenza.

 

E pensi pure d’essere il migliore

solo perché sei autorizzato a fare

ciò che tua coscienza*

mai potrà approvare.

 

Indifesi nell’azzurro la Gioia Lodano

mentre tu dalla mattina buia li talloni

convinto come sei

che fucilarli sia uno sport.

 

E mentre il dolore intona la cupa nenia dell’arrivo

come puoi tranquillo perseverare

quando nei loro occhi c’è riflessa

tutta l’angoscia del plumbeo perché senza risposta?

 

Superiore non è colui che s’approfitta

di chi è più debole e non può reagire

e nella bilancia della giustizia

si chiama solo abuso di potere

 

ma se proprio pensi d’essere quello che di fatto poi non sei

dai luogo ad una lotta col leone

e a parità di condizioni

vediamo chi risulterà il migliore!

 
 

tiziana mignosa

novembre 2009

 
 

*che tu lo creda o meno

 

Nota dell’autrice: è bello la mattina svegliarsi col canto degli uccellini ma se questo viene interrotto dagli spari dei cacciatori

l’incanto si spezza sulla cruda realtà che il cammino dell’umanità è ancora lungo…

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Partecipiamo.it - Pagina iniziale di Tiziana