Tiziana Mignosa
 
 
 
L’odore della mia terra
 
 
D’azzurro il cielo si fa vanto

su questa terra dove il sole

il profumo dei limoni nel  vento spande

e gli occhi colma

coi fichi d’india a picco sopra il mare.

 

L’odore dell’origano nel mentre

a mazzi scende giù dalle credenze

indelebile è l’impronta

carezza sull’antico

che sempre più diventa tale.

 

Rovente

è il vermiglio dei gerani sui terrazzi

contrasto appassionato

con le verdi danzatrici

che dell’aria amano le mani.

 

L’arcobaleno

vivace si fa sfoggio

nei vasi a coccio

mentre il basilico e la menta

deliziano l’olfatto di chi gli gira intorno.

 

Caliente è la mia terra

di mare e tempi andati

che paralleli scorrono

sulla vacuità dei sensi

invisibile riflesso sull’adesso.

 

 

tiziana mignosa

luglio duemiladieci

 
 
 
 
 
 
 

Partecipiamo.it - Pagina iniziale di Tiziana