La stellina serena e la stellina triste

 

C’era una volta una stellina neonata che passava gran parte del suo tempo a dormire soprattutto quando i raggi del sole la riscaldavano, ma non appena il cielo si colorava di nero e tutte le altre stelline si illuminavano di luce e gioia si svegliava  e correva affamata verso la via lattea, riempiva un gran biberon pieno pieno di latte puro di stelle buone e mangiava contenta: da brava stellina sapeva che doveva mangiare tutto il lattuccio se voleva diventare grande.

Un bel giorno incontrò una stellina triste perché sapeva di non brillare come le altre stelline del firmamento; la sua lucina era così fioca che non sempre si riusciva a vederla, spesso infatti, le allegre stelline luccicanti le finivano addosso confondendola con il cielo.

“Non bisogna mai essere tristi o pensare a cose brutte....” – consigliò la stellina serena alla stellina triste – “ ....se tu piangi e pensi che tutto è brutto, così sarà e ti accadranno solo cose spiacevoli. Impara a sorridere e cerca di trovare anche nelle cose che non ti piacciono la parte bella di esse, se così farai, il cielo ti sorriderà, sarai serena e la tua lucina comincerà a diventare più vivida e brillante e tu sarai finalmente felice e luminosa.”

 

Quel giorno la stellina serena aveva fatto due cose belle: aveva insegnato ad una stellina triste a sorridere procurandole gioia e luce e, allo stesso tempo, donando amore, aveva ricevuto per sè un pizzico di luce in più.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lucia Tiziana Mignosa

 Partecipiamo.it: home page - Pagina iniziale di Tiziana

Questa favola fà parte di una raccolta di fiabe dedicate ai bambini.