Tiziana Mignosa
 
 
 
La legge della giungla
 
 

 

L’uomo a volte pensa

che sia giusto solo perché concede

la sua benevolenza a chi gli rassomiglia

ma troppo spesso invece si dimentica

che il rispetto è doveroso darlo a tutti

e non invece solamente

a chi piuttosto gli conviene.

 

E crede anche

d’essere grande e assai intelligente

solo perché è più forte

e decide anche per il debole

come se la legge della giungla

fosse ancor di gran moda.

 

E così

per dirne solo una delle tante

c’è chi trasporta in assoluta noncuranza

animali da macello

come se non fossero di carne

e non provassero il tormento.

 

E nulla assai importa

a chi per loro sceglie

se è il cuore dell’estate

a soffiare fuoco sull’angoscia

oppure è il gelo dell’inverno

la doccia algida che li affianca.

 

Vanno a morire

loro che di sicuro preferirebbero fare ben altro

e il tutto per saziar lo stomaco

di chi al caldo se ne sta

e con triste noncuranza preferisce non pensare

a quello che c’è dietro alla cotoletta che ha nel piatto.

 

Ammassati uno sopra l’altro

sono loro

e non di certo chi decide questo assurdo scempio

e mentre i corpi stanno in balia del gelo o dell’arsura

io me ne accorgo

e mi vergogno

d’appartenere a questa razza umana.

 

 

tiziana mignosa

dicembre duemiladieci

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Partecipiamo.it - Pagina iniziale di Tiziana