Tiziana Mignosa
 
 
 
Il terzo appuntamento
 
 

Nello stesso istante

l’altra notte ho indossato

la voglia di scappare

e quella di farmi fiore e ape

sulle tue labbra

 

Nella lenta quiete

del mondo addormentato

immagini ed emozioni

la danza della Gioia

al vento sussurravano

 

e intanto l’eco cristallina

della tua risata

mazzi interi di lucchetti

nel buio  e nel silenzio

scardinava

 

Incurante del mio angelico stupore

con vivace agilità

a uno a uno allontanavi

i paletti che il confine intorno a me

da sempre hanno segnato

 

E s’aprivano porte e porticati

su pareti senza via d’uscita

discorsi e confidenze

partorivano invisibili sorrisi

su spazi dilatati

 

C’è a chi non basta

una vita intera per trovare

la chiave giusta dentro al mazzo

e a chi invece

solo qualche ora nella notte può bastare

 

 

tiziana mignosa

giugno duemilasedici

 
 
Note: mai avere a che fare con un poeta perché non comunica nella maniera convenzionale ma in versi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Partecipiamo.it - Pagina iniziale di Tiziana