Tiziana Mignosa
 
 
 

Il piacere della mente

 
 

Ho chiuso gli occhi l’altra sera

mentre la vita

mi rimandava l’illusione

di ciò che ho smarrito per la via.

 

Con un balzo il nuovo giorno

sul bianco e nero

la magia dei colori

ha restituito al mondo.

 

Miraggio

che addosso al muro m’appiattisce

languore e tenerezza

lungo i bordi della sera.

 

E mentre scivola sulla pelle

il tuo sguardo mi rapisce

sorriso dolce a filigrana

che di baci il collo mi ricama.

 

Come disco

che sull’incanto si raddoppia

m’inceppo sulla vista della bocca

e sul piacere ancora da gustare.

 

Comunella con l’arsura dell’estate

l’avidità che ho di te mi nutre

e mi gira e mi rigira

nell’alcova dell’attesa.

 

E gli occhi chiudo ancora un po’

su quel bacio che è già mio

mentre labbra e il tuo fremito ripasso

senza ancora utilizzare il corpo.

 

 

tiziana mignosa

agosto duemiladieci

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Partecipiamo.it - Pagina iniziale di Tiziana