Tiziana Mignosa
 
 
 
I tuoi occhi
 
 
Tra il muro alle mie spalle
e te
i tuoi occhi
e rotoli di tempo
annegati in voglie senza mani.
 
Dodici lune ancora
dall’ultima parola senza suono
e un giorno atteso
ma subito disperso
nel limbo dove il silenzio
gioca a fare il re.
 
E si prepara al sonno
il sorriso
che prima vedeva i giorni accorciare il filo della meta
e adesso ricomincia a contare
altre dodici lune da vivere
per afferrare il giorno della speranza
reciso nel giardino del tuo oblio.
 

 

tiziana mignosa
dicembre duemiladieci
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Partecipiamo.it - Pagina iniziale di Tiziana