Partecipiamo: home page - Pagina iniziale di Tiziana

 

se anche tu vuoi dire la tua, o metterti in contatto con Tiziana, clicca qua

 

Si dice di Tiziana:

David Pierini (31. 10. 2007)

La poesia di Lucia Tiziana Mignosa è una poesia ad alta intensità creativa nella quale ogni parola, ogni verso assumono un peso decisivo producendo un nettare per palati fini da sorseggiare a poco a poco.

Una poesia di una bellezza autentica, Tiziana non cade mai in artifizi letterari, non concede nulla alla teatralità ma lascia che la musica della sua anima si rivesta di parole spoglie facendole vibrare di spiritualità.

Leggendo con attenzione le sue poesie, inoltrandosi nella sua indecifrabile intimità, abbandonandosi al suo multiforme sentire si percepisce una grande festa di suoni,

di profumi, di colori...  tuttavia si ha l'impressione che queste ricchezze giacciano "come sepolte" sotto una coltre di gelo.

E questo gelo, io credo, sia una sorta di paura che attanaglia "la sua anima prediletta dal talento" che l'autrice non risce a liberare con la sola arma della parola. 

Paradossalmente "quest'impronta di morte" che accompagna il fiorire dell'ispirazione di ogni sua lirica dà un fascino insuperabile alla sua opera e brani come "Nel foglio bianco"... "Sono il vento" e "Lungo la notte" tracciano un solco profondo.

Mi auguro che Tiziana sia capace di lanciare "il cuore oltre l'ostacolo" aprendosi senza riserve ai richiami della verità... sulla via che conduce alla vita...  affinché questo suo tormentato percorso interiore possa trovare la sua foce ed esplodere in canti di gioia.

 

 

....


Tiziana e' bravissima, le sue poesie sono fiori di campo profumatissimi, si lasciano cogliere per depositarle nell'anima delicatamente!

 

Giovanna Li Volti Guzzardi

 

....

 


Ho appena letto "Nel foglio bianco", che trovo struggente e bella fra tutte, anche se il grido di "A Te" lascia un segno, quasi dipinto, nel corpo e nell'anima, colorando di rosso giallo emozioni mai sopite.Come diceva Hermann Hesse il cercare è già un trovare.

Filippo

 

....

 

09 05 2007.

 

GRAZIE TIZ. SEI STRAORDINARIA!!!  

La musica che fluisce dalle tue parole mi incanta veramente e mi chiedo quanta sofferenza sia necessaria per arrivare a ciò! Sicuramente infinita! Ma la sofferenza da sola non basta se  non si sposa con un animo sensibile e un TALENTO SUBLIME QUALI TU HAI!!!

GRAZIE ANCORA PER LA CONDIVISIONE DEL SENTIRE!

KATIA

....

 

magister info@mariosalvo.it (07-05-2007)


E brava Tizchevola! Lo sai che prima di presentarti quella domenica a Tivoli, avevo iniziato a leggerlo e poi, come un attrazione magnetica letteraria, l'ho divorato tutto d'un fiato? E nonostante fossero poesie, quindi da interpretare onde valutarne anche i tempi di attesa, sei riuscita a dare trance e vigore a questa meravigliosa storia d'amore tra due persone che, come due gabbiani, attraverso passione, dolcezza, lealtà e sentimento, affrontano impavidi e forti maggiormente dell'amore di lei, le correnti gelide della scogliera e, una volta pronti per staccarsi dalla terra ed intraprendere il volo finale, lui si accorge di non essere davvero innamorato tanto da voler veramente rinunciare al passato per intraprendere un futuro assieme. Lo sconforto é immenso, le lacrime sgorgano fredde, ma l'istinto di sopravvivenza é grande e, nonostante la morte nel cuore, senza girarsi indietro, la gabbianella spicca il volo della vita e della speranza.
Purtroppo, nel suo volo Pindarico, ha provato la durezza degli scogli appuntiti sbattendoci contro dopo essere stata spinta alle spalle, proprio dove non avrebbe mai dovuto temere. Bravissima Tiz, hai saputo intrecciare i vari fili delle tante matasse rendendo la lettura di una scorrevolezza tale che a volte bisognava frenare per non uscirne fuori, tanta era la velocità di assimilazione sintetica. E vedrai che, chiunque leggerà il tuo libro, troverà la forza di telefonarti per incontrarti e ringraziarti di questo spicchio di splendore assolato tra le montagne innevate di superficialità umana. Un caloroso abbraccio che ti dia la fragranza dei miei più entusiasti complimenti ad una persona dall'animo cavalleresco e crepuscolare. Vola fino alle stelle Tiz, nuota alla ricerca dell'io perduto e cavalca sicura tra i boschi nelle notti di luna piena dove solo la luce fredda ma sincera del cosmo, saprà scaldarti veramente l'animo ribelle racchiuso in te. Un tuo
estimatore artista.

 

....
 

Raffaella Noto (24-03-2007)


Tiziana cara, alzo la mano anch'io! E chissà quante altre anime lo faranno dopo di me! Leggere questa raccolta di tue poesie è stato come sciogliere il nastro colorato che legava dall'infinito passato le mie lettere d'amore e riscoprire l'incanto di trovarmi faccia a faccia con la VITA. Un libro amico, dunque, da guanciale che, se lo leggi, nel tuo cuore senti che dice: "Ama e nell'amore specchiati!" Sempre. In attesa della prossima emozione.
Raffaella

 

....



ELENA CASSIA xpupa59x@hotmail.it (09-03-2007)



Un libro che sprigiona un temperamento unico,fatto di emozioni e creatività che nascono sicuramente da uno spirito libero e puro mai arrendevole di fronte agli aspetti più miseri dell'esssere umano,ma che si pone più in alto della banale vita terrena.Un libro che fa sognare un mondo diverso, inarrivabile per certi versi, ma palpabile con la mente. Cerca anche di liberare l'essenza dello spirito che è in ognuno di noi. Brava Tiziana con questo libro (che siamo sicuri non sarà l'ultimo) hai dato un piccolo saggio di quella fantasia e creatività che ti porti dentro da sempre....grazie,ti vogliamo bene.


....


Santino
 smagat3@yahoo.it (09-03-2007)


La libertà! Grande tema di Lucia Tiziana Mignosa. Una libertà che spinge l'anima verso gli spazi incolmabili dell'infinito universo. La primavera, il sole, i fiori e tutto ciò che c'è di delicato. Tutto ciò che può offrire uno spirito libero traspare in modo prepotente da poesie che in realtà sono l'esempio della delicatezza e della discrezione. Se non avessi letto queste poesie nel mio spirito ci sarebbe certamente un vuoto incolmabile!

 

....

 

Daniela Domenici (09-03-2007)


..Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, non ha provato a diventare poeta per merito di un grande amore o per colpa di un infinito dolore… Lucia Tiziana Mignosa, autrice di poesie, favole e di un romanzo ancora inedito, è magicamente riuscita, con un mezzo così inusuale com’ é la silloge di poesie, a descrivere lo sbocciare, il crescere ed il doloroso e lento dissolversi di una dolcissima storia d’amore tra due anime… Una silloge (forse non tutti lo sanno) è una raccolta di poesie, anche di argomento o tema diverso; nel caso di Tiziana, invece, questo strumento è stato usato come uno scrittore crea la trama appassionante di un romanzo. In questo modo è riuscita magistralmente ad “acchiappare” la nostra attenzione sulla descrizione di questa struggente storia d'amore, dalla sua nascita al suo acmè fino alla sua dolorosa ma inevitabile conclusione. L'autrice, nella sua introduzione, dice: …La poesia è sentimento, è amore, è passione e tormento, se riuscissimo aviverla in ogni aspetto della nostra vita, sicuramente vivremmo vite più intense e vere.