Partecipiamo.it...vai alla home page

 

      Il progetto Poha    

 

Poesia ed Handicap

 
Queste Poesie vogliono essere di stimolo al nostro prossimo nel condividere un cammino di difficoltà, proprio verso le barriere, che molte volte nella condivisione ed aiuto può essere superato. Basta volerlo!
 

Giuseppe Aceto

 

Liriche di Giuseppe Aceto

 

da " Le altre cose"

 
    Teatro
    Vorrei provare
    ad uccidere
    questa mia sporca vita.
    Poi spiare chi resta
    e chi reciterà
    quelle lacrime
    versate troppo in fretta.
 
    Estate 1944
    Sono stato respinto dal cielo
    vengo respinto dentro le frustrazioni della terra.
    Laggiu'
    imparero' ad ingannare i soldati.
    Sforzarni di amare?
    No signori!
    Non posso.
 
    Per dimenticare
    Quante altre volte dovrai cadere,
    quante per non morire?
    Ti aggrappi al nostro dolore
    per non soffrire.
    Potrai dimenticare
    i nostri volti
    ma no le nostre parole.
    Potrai dimenticare
    i nostri sorrisi
    ma non il nostro amore
 
    Domanda
    Che cosa ho fatto
    per trovarmi,
    inchiodato,
    in un mondo non mio?
    Che cosa ho detto?
 
    Natività
    Senti,
    scendi
    tra noi.
    Prova,
    per qualche giorno
    a dimenticare di chiamarti
    Cristo!