Partecipiamo.it...vai alla home page

 

      Il progetto Poha    

 

Poesia ed Handicap

 
Queste Poesie vogliono essere di stimolo al nostro prossimo nel condividere un cammino di difficoltà, proprio verso le barriere, che molte volte nella condivisione ed aiuto può essere superato. Basta volerlo!
 

Enrico

 

"IN....VOLO"

        Mi involo nel cielo che innanzi si apre,

       mi inonda  di  azzurro e di luce abbagliante:

    chiudo  gli occhi e il pensiero  si  perde  nel nulla,

un nulla infinito che mi parla di te;

      sospeso  nel vuoto, ricordo il  mio  vuoto

   da te  riempito  con immenso amore.

 momenti  scolpiti nel fondo del cuore

  mi scaldano ancora di gioia e  calore.
 
 silente  resto e  nel  nulla io volo,

    ma il nulla e'  un  tutto  che  mi  porta da  te.
 
 nel rosso del sole che muore
 
sorrido e  ritorno a volare con  te.
 

" UN PICCOLO NAVIGLIO"

ognun  di noi   e'  come  un piccolo  fragile naviglio

votato  nel  suo  mare  in  lungo  e in largo a  navigare.
 
le  rotte,  i modi e i mezzi tu  da sol devi  trovare,

magari con  l'aiuto  di  qualcun  che  puoi incontrare,

per  viaggiare più  sicuro e  alle mete poi arrivare.

non importa  se  a  motore o  col  vento  che  ti spinge:

caso mai  puoi  anche  remare verso un porto  da  toccare,

dove  l'ancora calare e  lì  fermarti  a riposare.

ma  la  vita quando vuole ti riporta in mare  aperto:

in  alto  devi al  ciel guardare e l'orizzonte indi scrutare,

per  esser  sempre pronto  ogni  insidia  ad  affrontare.
 
le nubi gonfie e  scure  in  fretta fanno ad  arrivare
 
con un  carico  di  pioggia e  fors'anche  un  temporale:

sopra  te  si  pongon  tutte per  provare il tuo naviglio

con il  vento  sibilante  che sussurra  il  suo  periglio!

alle onde minacciose tu  rispondi con la  forza,
 
il mare  tumultuoso tu fronteggia con  la  calma
 
ed i  vortici  ventosi  tu  impara ad  evitare.
 
la  tempesta  alla  quiete  il  posto renderà:

il  tuo  piccolo  naviglio a galla ancor  sarà,
 
a intraprender  nuove  rotte e  sì  incrociar altri  navigli

che il tuo  mare  solcheranno con la prua  pari  alla  tua.
 

" I  BINARI  DELLA  VITA"

Incontrai un fanciullo e sorrisi:
 
la madre, diffidente, si affrettò a stringerlo a sé;

Incontrai una donna e sorrisi: troppo presto mi ricambiò;
 
Incontrai un vecchio e sorrisi: credette lo deridessi;
 
Sorrisi ad un collega: presto mi chiese qualcosa;

Sorrisi ad un amico: prontamente mi ricambiò;

Sorrisi a mia moglie:

prontamente mi ricambiò e cercò la mia mano;

Sorrisi ai miei figli: dovetti divincolarmi.

LA VITA E' UN BENE PERDUTO SE NON E' VISSUTA

COME AVRESTI VOLUTO!
 

" LA  VACANZA "

Non si può e non si deve cercare di "definire" la vita: infatti, bisogna solo...viverla, tutta, sino in fondo, finché ci è concessa.
Però come tutti, più o meno inconsciamente, ho voluto anch'io trovare la "mia" definizione della vita e non solo come concetto astratto e teorico, ma soprattutto per quello che essa e' in realtà, dal suo inizio e fino al suo termine inevitabile.
Ebbene, recentemente ed all'improvviso, ho avuto la... folgorazione e la vita mi si e' rivelata, chiara e nitida, come una "VACANZA".
Quando, infatti, si deve partire per andare in vacanza, tutti siamo allegri e contenti, pensando allo svago ed al riposo che ci attendono.
Si parte, allora, ed il viaggio comincia..............
Una volta arrivati alla/e meta/e, si e' ansiosi di scoprire e vedere tutto quel che c'e' in giro e, quindi,dopo un opportuno addestramento ed una necessaria acquisizione di dati ed elementi, inizia l'avventura.
Al principio, ogni cosa e' bella ed interessante, anche perché nuova: tutto ci affascina e ci attira, tutto cerchiamo e troviamo, proprio come l'ago di una bussola che cerca e trova sempre il suo Nord.
Ma i giorni passano e, man mano, la curiosità e 'interesse vanno scemando, fin quasi ad annoiarci: allora si rallenta e si cerca maggiormente la quiete, il riposo e la riflessione, dopo la quasi affannosa ed inarrestabile ricerca.
Poi, arrivati vicino alla fine, scopriamo con sorpresa di desiderare il ritorno a casa, il ritrovare il  proprio letto ed i propri cuscini, le cose che usiamo ogni giorno e che abbiamo sotto agli occhi intorno a noi.
Ecco, per me la vita e' una VACANZA, la cui fine altro non e' se non un "TORNARE A CASA".

 

" il canto  del cuore "

       se tal canto, dolce e soave,
 
          un sol  momento hai  potuto tu ascoltare,
 
       eterne note e sublimi  melodie
 
       per  sempre saprai far risuonare!

   magie di  ritmi, suoni e colori,

    entrano pian piano nei tuoi pori :

   ogni palpito del cuore fan vibrare
 
   in un canto infinito da sognare.
 
  lieto sia chi quel canto ha innescato
 
   ed amando e' stato  così amato ;
 
     pur le fugace ed in breve consumato

       val ben la pena d'esser intonato!

   qualor dal nascer ne segua poi una morte,

        ne' rimorso, ne' rimpianto per la sorte .

    la traccia di ogni canto indelebile sarà ,

   spartito mai  finito, da qui all'eternità' .