Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Camillo Berardi

 
 
Trasporto in elicottero di una vittima del terremoto... Lo Stato a fianco dei cittadini!
Pur cantando Amatrice, la nostra solidarietà va a tutte le popolazioni colpite dal sisma...
 
Amatrice Patria mia diletta
 
Inno con video dedicato alla città di Amatrice che non c’è più
 
 
Una bambina fortunatamente scampata alla devastazione del sisma...

La speranza della rinascita di Amatrice!

 
 

"Amatrice patria mia diletta sventrata dal sisma"

Clicca nel titolo per ascoltare la musica e vedere il filmato
 
Amatrice Patria mia diletta
 

Nel Parco comunale Padre Giovanni Minozzi - a un mese dal terremoto - il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ha inaugurato la lapide per ricordare le vittime del sisma del 24 agosto 2016. La pietra memoriale è stata realizzata dai Militari dell'Esercito presenti ad Amatrice ... La memoria per non ripetere gli errori del passato nella ricostruzione.

 
Versi di Mons. Luigi Aquilini Musica di Camillo Berardi

Testo

Clicca per lo spartito

O Amatrice, patria mia diletta,                            

 tu che grandeggi per le glorie avìte,                    

 deh! Ora ascolta quel che il cuor mi detta!            

 Voi tutti amici miei udite udite!

 

                Cara chiesetta amena della Croce!

                Domini solitaria sull'altura

                ove il pastor con l'eco della voce

                invita il gregge suo alla pastura.

 

 De la Matrice Tu sei la vedetta!

 Dacci tu, sempre, segnali d'amore!

 O Croce santa ovunque benedetta

 a Te sia lode, gloria e tanto onore!

 

                Non conoscesti Giotto, né il gran Santo,

                ma i natali desti a un grande artista

                che a la Matrice donò lustro e vanto

                di Roma andando pure a la conquista!

 

 Nicola Filotesio e poi Cappelli

 esaltaron la terra amatriciana

 affascinati dal pittor Crivelli

 poi che lasciò la patria veneziana!

 

                Un cappuccino vedesti poi santo:

                fu dal sultan dei turchi al gancio appeso!

                Lo liberò il Signor come d'incanto

                Sì da tornare ad Amatrice illeso!

 

 La pastorella giù tra i boschi in fretta

 Raduna il gregge incontro alla collina

 ignara del mister che già l'aspetta;

 attratta dal fulgor la fronte china!

 

                Tra lo stupor dei dodici estasiati

                ascende Cristo al cielo, vera luce;

                qui sulla terra come figli amati

                per man sua Madre ancora ci conduce!

 

 Per voi difesi dalle antiche mura

 ora propongo una meta ardita:

"Amate il cielo azzurro e l'aria pura,

cercate di salir tutta la vita!"

Le glorie di Amatrice

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pittore Cola Filotesio

 

 

 

 

Pittore Dionisio Cappelli

 

Pittore  Carlo Crivelli

 


S. Giuseppe da Leonessa

 


 

 

Chiara Valente - Santuario di Filetta

 

 


 

Pittore  Pier Paolo da Fermo

 

Il terribile terremoto che il 24 agosto 2016 ha devastato il Centro Italia, squarciando e divorando interi paesi del Lazio, delle Marche e dell’Umbria, ha cancellato anche la bella città di Amatrice. Questo ridente borgo appenninico, ricco di storia, di arte e di cultura, e immerso in un ambiente grandioso e suggestivo alle pendici dei Monti della Laga nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, nel 2015 era entrato a far parte dei “Borghi più belli d’Italia”.

La notte del 24 agosto, il sisma di magnitudo 6,0 durato 142 interminabili secondi e ipocentro a soli 4 chilometri di profondità, in sol colpo ha distrutto la magnifica città di Amatrice, divorando vite umane e riducendo il borgo ad uno straziante accumulo di macerie, in uno scenario spettrale e di orrore agli occhi di tutti.

Il video dedicato ad “Amatrice Patria mia Diletta” dilaniata da sisma è stato realizzato con le drammatiche immagini distruzione del 24 agosto 2016 - senza inserire le foto dei crolli successivi causati dalla scossa più violenta (magnitudo 6,5) del 30 ottobre 2016 - ma le istantanee sono eloquenti e danno un’idea dell’entità del disastro causato dall’impietosa azione sismica.

I versi del componimento “Amatrice Patria mia Diletta” dilaniata dal sisma sono stati scritti da Monsignor Luigi Aquilini, illustre storico di Amatrice e cultore della montagna, e le dolenti note musicali che accompagnano la sequenza delle drammatiche immagini, sono state composte dal M° Camillo Berardi .

Segue un ricco repertorio di foto acquisite dal web e ove fossero coperte da copyright, su segnalazione, verranno rimosse.

 
Veduta dall'alto del Corso Umberto I e del centro storico di Amatrice devastati dal sisma del 24 agosto 2016
 
Soccorritori intenti nell'estrarre dalle macerie i "sepolti vivi", i dispersi e le vittime del sisma
 

Corso Umberto I di Amatrice sventrato dal sisma e alcuni sopravvissuti increduli e sbigottiti di fronte allo scenario apocalittico

 
Soccorritori alla ricerca di sepolti vivi e vittime del sisma
 
Squadre di Soccorso tra i cumuli di macerie
 
Squadre di Soccorso tra i cumuli di macerie
 

Corso Umberto I di Amatrice sventrato dal sisma con la Torre civica e il palazzo rosso che hanno resisto al terremoto del 24 agosto 2016 e che sino al 30 ottobre 2016 sono stati il simbolo del sisma

 
Operatori del Soccorso Alpino Speleologico alla ricerca di morti, dispersi e feriti
 
Soccorritori immersi nelle voragini di macerie
 

Funerali di Stato ad Amatrice 30 agosto 2016. Un simulacro di Cristo recuperato dalle macerie è pronto per essere esposto in alto dietro l'altare in occasione dei funerali solenni delle vittime del terremoto di Amatrice. Per l'ultimo omaggio, nella tensostruttura allestita per l'occasione, sono presenti le massime autorità dello Stato: il Capo dello Stato Sergio Mattarella, il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, il Presidente del Senato Pietro Grasso e il Presidente della Camera Laura Boldrini

 

Funerali di Stato ad Amatrice 30 agosto 2016.  Il simulacro di Cristo è pronto per essere esposto in alto dietro l'altare. Sullo sfondo appaiono i resti di un imponente edificio di Amatrice crollato con il sisma

 

Funerali di Stato ad Amatrice 30 agosto 2016.  Il simulacro di Cristo viene sollevato per essere appeso in alto dietro l'altare. Sullo sfondo appaiono i resti di un imponente edificio di Amatrice crollato con il sisma

 

Funerali di Stato ad Amatrice 30 agosto 2016. Il simulacro di Cristo è appeso in alto dietro l'altare

 

Funerali di Stato ad Amatrice 30 agosto 2016. Le bare delle vittime del sisma vengono portate a spalla dai Volontari del Soccorso

 

Funerali di Stato ad Amatrice 30 agosto 2016. Schieramento dei Vigili del Fuoco: alle loro spalle è visibile l'imponente edificio collassato a causa del sisma

 

Funerali di Stato ad Amatrice 30 agosto 2016. L'imponente edificio crollato, di fronte al quale è stato allestito il capannone per la solenne cerimonia funebre

 

Funerali di Stato ad Amatrice 30 agosto 2016. Alla solenne cerimonia funebre sono presenti le massime autorità dello Stato: il Capo dello Stato Sergio Mattarella, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il Presidente del Senato Pietro Grasso e il Presidente della Camera Laura Boldrini

 

Funerali di Stato ad Amatrice 30 agosto 2016.  Alla solenne cerimonia funebre sono presenti le massime autorità dello Stato: il Capo dello Stato Sergio Mattarella, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il Presidente del Senato Pietro Grasso e il Presidente della Camera Laura Boldrini

 

Papa Francesco il 4 ottobre 2016, giorno di San Francesco, visita "a sorpresa" il centro storico di Amatrice, portando l'abbraccio e la carezza di tutta la chiesa alla popolazione del borgo appenninico colpito dal sisma

 

Papa Francesco visita il centro storico di Amatrice il 4 ottobre 2016 e in questa foto è ritratto con i Vigili del Fuoco

 

Papa Francesco da solo in ginocchio tra le macerie nella zona rossa del centro storico di Amatrice, il 4 ottobre 2016

 

Papa Francesco saluta i Vigili del Fuoco il 4 ottobre 2016. Sullo sfondo, la chiesa di Sant'Agostino di Amatrice devastata dal sisma

 

Papa Francesco saluta i Vigili del Fuoco il 4 ottobre 2016. Sullo sfondo, la chiesa di Sant'Agostino di Amatrice devastata dal sisma

 

Papa Francesco termina la sua visita nella zona rossa del centro storico di Amatrice

 

Suor Marjana con il volto insanguinato e distesa sull'asfalto la mattina del 24 agosto 2016. La religiosa albanese è miracolosamente sopravvissuta al sisma che ha distrutto la città di Amatrice e che ha ucciso tre sue consorelle

 

Corso Umberto I di Amatrice invaso dalle macerie da cui si erge la Torre civica

 

Montagne di macerie dominate sullo sfondo dalla Torre civica

 
Il tetto di un edificio collassato su Corso Umberto I di Amatrice
 
Montagne di frammenti e macerie
 
Corso Umberto I di Amatrice invaso dalle macerie sulle quali svetta la Torre civica
 
Macerie e operatori del Soccorso Alpino Speleologico alla ricerca di morti, dispersi e feriti
 
Sopravvissuti al sisma e soccorritori alla ricerca di sepolti vivi e vittime del terremoto
 
Sopravvissuti al sisma e soccorritori tra le macerie, alla ricerca di sepolti vivi e vittime del terremoto
 

Soccorritori immersi sotto insidiosissimi frammenti "pensili" di un edificio, alla ricerca di sepolti vivi e vittime del terremoto

 

Soccorritori immersi sotto insidiosissimi frammenti "pensili" di un edificio, alla ricerca di sepolti vivi e vittime del terremoto

Di questa abitazione è rimasta soltanto una porta sommersa dalle macerie

 
Una finestra "sospesa" e aperta nell'azzurro del cielo
 
Frammenti di edifici e macerie
 
Frammenti di edifici, macerie e un sopravvissuto smarrito e spaesato fra i crolli
 
Frammenti di edifici, macerie e soccorritori
 
Frammenti di edifici, detriti e trasporto di un ferito estratto dalle macerie
 
Frammenti di edifici sommersi dalle macerie
 
Frammenti sommersi dalle macerie
 

Colossali accumuli di macerie in uno scenario spettrale

 
Edificio crollato su Corso Umberto I di Amatrice
 
 In uno scenario spettrale e apocalittico, la presenza di una figura umana
 
Frammenti di edifici, macerie e soccorritori
 
Frammenti di edifici, macerie e soccorritori
 
Corso Umberto I di Amatrice: frammenti di edifici, macerie e soccorritori
 
Corso Umberto I di Amatrice: la Torre civica svetta dominante tra frammenti di edifici, macerie e soccorritori
 
Frammenti di edifici e macerie
 
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie
 
Frammenti di edifici, macerie e soccorritori
 
Colossali accumuli di macerie e Squadre di Soccorso alla ricerca di morti, dispersi e feriti
 
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie
 
Detriti, macerie e soccorritori dislocati a diversi livelli tra i crolli
 
Sulle macerie che hanno invaso Corso Umberto I di Amatrice, il generoso aiuto dei Vigili del Fuoco
 
Un'immagine emblematica delle "cavità" generate dal sisma nelle strutture di un edificio
 
Nei grovigli delle macerie, la pietosa opera dei soccorritori
 
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie
 
Un edificio letteralmente collassato al suolo
 

Dalle macerie che hanno sommerso Corso Umberto I di Amatrice, emergono dominanti  la Torre civica e il palazzo rosso, simboli del terremoto del 24 agosto 2016

 
Lapidi di loculi del cimitero distrutti dal sisma
 
Nel cimitero non mancano bare a cielo aperto
 
Lapidi e loculi del cimitero distrutti dal sisma
 
Lapidi e loculi del cimitero distrutti dal sisma
 
Frammenti di edifici e macerie
 
Frammenti di edifici, macerie e soccorritori
 
Corso Umberto I di Amatrice sventrato dal sisma e Squadre di Soccorritori
 
Il lavoro dei militari dell'Esercito
 

Immagine emblematica di un tetto che è crollato senza subire gravi danneggiamenti, accasciandosi sulle macerie dell'edificio che lo sosteneva

 
Un edificio completamente svuotato dal terremoto
 
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie degli edifici crollati
 
Frammenti , macerie e Squadra di Soccorso dei Vigili del Fuoco
 

Il centro storico di Amatrice devastato dal sisma, con la Torre civica e il palazzo rosso ancora in piedi dopo il terremoto del 24 agosto 2016

 

Il centro storico di Amatrice devastato dal sisma, con la Torre civica e il palazzo rosso ancora in piedi dopo il terremoto del 24 agosto 2016

 

Soccorritori del Corpo Forestale dello Stato e congiunti delle vittime del sisma intenti nella ricerca dei loro cari sommersi dalle macerie

 

Soccorritori e congiunti delle vittime del sisma intenti nell'estrazione dei loro cari sommersi dalle macerie

 
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie degli edifici crollati
 
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie e Squadre di Soccorso intente nell'estrazione delle vittime del sisma
 
Macerie e Squadre di Soccorso intente nella ricerca delle vittime del sisma
 
I miseri avanzi di un edificio distrutto dal sisma
 
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie: Squadre di Soccorso cercano i dispersi sepolti dalle macerie
 
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie: Squadre di Soccorso cercano morti, dispersi e feriti sepolti dalle macerie
 
Chiesa San Giovanni ad Amatrice prima del terremoto
 

Chiesa San Giovanni ad Amatrice devastata dal sisma del 24 agosto 2016

 
Chiesa San Giovanni ad Amatrice devastata dal sisma  del 24 agosto 2016
 
Chiesa San Giovanni ad Amatrice devastata dal sisma  del 24 agosto 2016
 
Chiesa San Giovanni ad Amatrice devastata dal sisma  del 24 agosto 2016
 
Chiesa San Giovanni ad Amatrice devastata dal sisma  del 24 agosto 2016
 

Chiesa San Giovanni ad Amatrice devastata dal sisma  del 24 agosto 2016. La scossa del 30 ottobre 2016 disintegrerà anche questi poveri resti

 
Numerosi soccorritori cercano morti, dispersi e feriti sepolti sotto le macerie
 
I soccorritori cercano le persone disperse e sepolte sotto le macerie
 
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie degli edifici crollati
 
Crolli, macerie e Squadre di Soccorso
 
Corso Umberto I di Amatrice devastato dalle macerie degli edifici crollati
 
Corso Umberto I di Amatrice devastato dalle macerie degli edifici crollati
 
Macerie, distruzione, stupore ed angoscia
 
Un edificio sventrato dal sisma
 
Macerie e Vigili del Fuoco
 
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie degli edifici crollati
 
Edifici disastrati dal sisma e Squadre di Soccorso
 
Montagne di macerie e detriti
 
Soccorritori trasportano una salma estratta dalle macerie
 
Soccorritori trasportano una salma estratta dalle macerie
 
Soccorritori trasportano una salma estratta dalle macerie
 

Soccorritori trasportano una salma estratta dalle macerie

 
Chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice prima del sisma
 
Dettagli della facciata della Chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice prima del sisma
 
Il magnifico rosone della Chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice prima del sisma
 
Dettaglio del rosone della Chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice prima del sisma
 
 La Chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice devastata dal sisma: il rosone è crollato completamente
 
La Chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice disastrata dal sisma
 
La Chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice devastata dal sisma
 
La Chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice devastata dal sisma
 

La Chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice con gli ultimi crolli nella facciata e nel campanile, causati dal violentissimo terremoto del 30 ottobre 2016

 

La Chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice con gli ultimi crolli  causati dal violentissimo terremoto del 30 ottobre 2016

 

La presenza dei Clowns ad Amatrice per ridonare il sorriso sui volti dei bambini e degli anziani grazie al gioco e al teatro

 
Ambulaclown per riportare nei bambini e negli anziani il sorriso perduto sotto le macerie
 
Edifici crollati, macerie e soccorritori
 

"Ponte a due occhi su un fiume di macerie". Questa "scherzosa", ma "drammatica" definizione dell'immagine - trovata su un diario FB - si riferisce ai resti del portico che sosteneva il Municipio di Amatrice raso al suolo dal sisma, e in maniera assai efficace descrive l'entità della catastrofe causata dalla violentissima scossa del 30 ottobre 2016

 

La struttura elegante del portico su cui era collocato il Municipio di Amatrice disintegrato dal sisma dopo la terribile scossa del 30 ottobre 2016

 

Ecco come appariva la struttura del portico del Municipio dopo la scossa del 24 agosto,  prima del sisma del 30 ottobre 2016

 

Ecco la struttura del portico sovrastata dal Municipio di Amatrice, dopo la scossa del 24 agosto 2016. L'azione distruttiva del sisma del 30 ottobre 2016, conferirà alle logge la configurazione di un "Ponte a due occhi su un fiume di macerie"

 
Squadre di Soccorso operano in condizioni estreme e proibitive
 
Squadre di soccorso al lavoro anche di notte
 
Operazioni di soccorso durante la notte. Sullo sfondo la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
 
Il trasporto di un ferito estratto dalle macerie
 
Un edificio sventrato dal terremoto
 
Squadre di Soccorso alla ricerca di persone sepolte sotto le macerie
 

L'Istituto Omnicomprensivo di Amatrice "Romolo Capranica" sventrato dal sisma. La Scuola fondata nel 1936, ampliata successivamente e ristrutturata nel 2012  con lavori di "miglioramento " sismico, si è sbriciolata con il terremoto del 24 agosto 2016

 
L'Istituto Omnicomprensivo di Amatrice "Romolo Capranica" sbriciolato dal sisma
 
L'Istituto Omnicomprensivo di Amatrice "Romolo Capranica" sbriciolato dal sisma
 

L'Istituto Omnicomprensivo di Amatrice "Romolo Capranica" sventrato dal sisma. Sul muretto d'ingresso non crollato, c'è la scritta "Scappa, curri, va' a la scola!", ma bisognerebbe aggiungere "sperando che durante le zioni non faccia il terremoto"

 
L'Istituto Omnicomprensivo di Amatrice "Romolo Capranica" sbriciolato dal sisma
 
L'Istituto Omnicomprensivo di Amatrice "Romolo Capranica" sbriciolato dal sisma
 
Corso Umberto I di Amatrice cancellato completamente dal sisma
 
Corso Umberto I di Amatrice completamente sventrato dal sisma
 
Alcuni soccorritori aiutano le vittime del sisma ad uscire dall'inferno delle macerie
 
Anche di notte le Squadre di Soccorso cercano le vittime del sisma sommerse dalle macerie
 
Frammenti, macerie e Squadre di Soccorso
 

Squadra di Soccorso del Vigili del Fuoco intenta nell'estrazione di persone sepolte dalle macerie. Il sisma non ha distrutto soltanto i vecchi edifici di Amatrice, ma anche moltissime ville costruite in epoca recente.

 
Una villa di recente costruzione demolita dal sisma. Sullo sfondo la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
 
Una villa di recente costruzione demolita dal sisma. Sullo sfondo la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
 
Un'altra villa di recente costruzione dilaniata dal sisma
 
Una villa di recente costruzione distrutta dal sisma
 
Una costruzione recente distrutta dal sisma
 
Una casa edificata recentemente, disintegrata dal sisma
 
Il sisma non ha risparmiato case di recente costruzione
 
Le unità cinofile aiutano le Squadre di Soccorso a trovare morti, dispersi e feriti sepolti dalle macerie
 
Un cane da Ricerca e Soccorso aiuta i soccorritori a trovare le vittime sepolte dai detriti del sisma
 
L'opera delle unità cinofile è fondamentale per trovare persone e cadaveri tra le macerie
 
Un cane da macerie aiuta le Squadre di Soccorso e trovare le vittime sepolte dai crolli
 
L'opera delle unità cinofile è fondamentale per trovare persone e cadaveri tra le macerie
 
Altre ville recentemente costruite abbattute dal sisma
 

La mattina del 30 ottobre 2016 due soccorritori osservano increduli e sbigottiti il deserto generato dalla terribile scossa delle 7:40. La parte sommitale della Torre civica di Amatrice è crollata e l'imponente edificio rosso è totalmente scomparso

 

La Torre civica che era rimasta in piedi dopo l'azione sismica del 24 agosto, con la violentissima scossa del 30 ottobre è crollata parzialmente e il palazzo rosso è "svanito" del tutto

 
Veduta aerea del centro storico di Amatrice dopo la violentissima scossa del 30 ottobre 2016
 
Veduta dall'alto del centro storico di Amatrice dopo la violentissima scossa del 30 ottobre 2016
 
Il cacume della Torre civica di Amatrice distrutto dalla terribile scossa del 30 ottobre 2016
 

Veduta dall'alto del centro di Amatrice raso al suolo dalla scossa del 30 ottobre. Del palazzo rosso che era rimasto in piedi sino a quel giorno, sono visibili i frammenti sbriciolati nella parte sinistra della foto in basso

 
Il centro storico di Amatrice è un "deserto di macerie"
 
La Basilica di San Francesco ad Amatrice  e l'edificio adiacente - prima del sisma - in una miniatura
 

La Basilica di San Francesco ad Amatrice  e l'edificio adiacente devastati dal sisma del 24 agosto 2016, ma ancora parzialmente in piedi

 

Veduta dall'alto della Basilica di San Francesco ad Amatrice  e dell'edificio adiacente devastati dal sisma del 24 agosto 2016, ancora parzialmente in piedi

 

Veduta dall'alto della Basilica di San Francesco ad Amatrice  e l'edificio adiacente completamente distrutti dalla violentissima scossa del 30 ottobre 2016

 

Veduta dall'alto della Basilica di San Francesco ad Amatrice  e l'edificio adiacente completamente distrutti dalla violentissima scossa del 30 ottobre 2016

 

Il centro storico di Amatrice devastato dal sisma, visto dall'alto

 
Un edificio spezzato e squadre di soccorso sulle macerie
 
Un edificio collassato
Corso Umberto I di Amatrice sommerso dalle macerie
 
Un apocalittico groviglio di macerie e detriti
 
I poveri resti di un'abitazione
 
Una squadra di soccorso alla ricerca di vittime sepolte dalle macerie
 
Numerose squadre impegnate nelle operazioni di soccorso
 
Squadre di soccorso nel Corso Umberto I di Amatrice
 
Vigili del Fuoco tra le macerie. Sullo sfondo svetta ancora la Torre civica di Amatrice
 
Squadre di soccorso nel Corso Umberto I di Amatrice
 
Un soccorritore e una vittima tra le macerie del sisma
 
Lo scenario apocalittico di Corso Umberto I di Amatrice