Partecipiamo.it...vai alla home page
 
Vittorio Sartarelli
 
 
 
 
 
Presentazione del libro
“Francesco Sartarelli”
un campione trapanese degli anni ‘50
 

Buona Sera e benvenuti a questa bella manifestazione di storia, cultura e sport, organizzata dal Club di Auto e Moto d’Epoca “Francesco Sartarelli” di Trapani. Io sono Vittorio Sartarelli, uno scrittore e il libro che presentiamo è dedicato a mio padre, pilota e costruttore di auto da corsa. E’ stato questo il mio primo libro da scrittore e mi è stato chiesto da diverse persone se mio padre mi avesse incoraggiato a scrivere.

           Quando io ho cominciato a scrivere e a pubblicare le mie opere, purtroppo, mio padre non c’era più, ma è stato proprio grazie a lui, al ricordo delle sue gesta sportive ed agonistiche che, per il modo nel quale erano state realizzate si potevano considerare epiche soprattutto nel periodo storico di riferimento, mi hanno fatto concretizzare un sogno che avevo nel cassetto da molti anni. Scrivere un libro su mio padre, corredato dalle foto inedite dell’epoca che testimoniano la realtà e la veridicità di quanto veniva affermato nel racconto E’ stato questo una sorta di omaggio postumo ma, meritato, che era dovuto ad un uomo dalle doti eccezionali che andavano ricordate, non fosse altro perché con lui era iniziata, a Trapani, la Storia dello Sport automobilistico sportivo ed agonistico.

            Eravamo nel 1948, era l’epoca dei pionieri dell’automobilismo italiano e quando egli aveva costruito quella macchina per lui stesso ma, anche per tutti gli sportivi della città, si era trattato di un evento epocale. I miei ricordi di gioventù vanno a ritroso nel tempo e, nonostante ne sia trascorso tanto, le sensazioni di allora non si sono mai affievolite nella mia memoria.  Era nata un’epoca nuova per me e per tutti, queste gare automobilistiche avevano infiammato di entusiasmo e di sensazioni nuove e inimmaginabili l’animo di tutti quanti.

         I miei ricordi vanno a quell’officina nella quale ero cresciuto, passavo delle ore a guardare quello che faceva mio padre, il suo lavoro preciso e metodico, mi piaceva osservare la sua perizia e l’estrema precisione nei ricomporre le varie parti meccaniche. In quel luogo avevo visto nascere e crescere la macchina di mio padre, quella nuova creatura gradatamente prendeva forma e vita

          Un aneddoto drammatico e in un certo senso rocambolesco mi ha raccontato mio padre che gli capitò nel corso della disputa del X Giro di Sicilia quando, avendo da poco superato la città di Messina, in un percorso misto tra una serie di curve ed un tratto in lieve discesa, improvvisamente si staccò la ruota posteriore destra della sua macchina, la sopravanzò e rotolando dentro la cunetta, si fermò in una scarpata piuttosto profonda molto più avanti. Questi sono momenti durante i quali è in gioco la vita del pilota, infatti fu grazie al sangue freddo ed alla perizia di guida di mio padre che riuscì a padroneggiare la sua auto che era rimasta su tre ruote e ha potuto fortunatamente fermarsi senza altri danni.

         Quello che io racconto in questo mio libro è una vera e propria epopea, è infatti l’accorato e il dettagliato resoconto di chi, allora, c’era. Ho voluto ricordare la vita sportiva ed agonistica di Francesco Sartarelli e le sue gesta sportive compiute nell’arco di sette lunghi anni durante i quali egli ha partecipato con impegno a tutte le manifestazioni agonistiche dell’automobilismo che si disputavano in quel periodo. Oltre al racconto particolareggiato della costruzione della sua macchina, nel libro ci sono 90 foto inedite dell’epoca che costituiscono la testimonianza della partecipazione e dei risultati raggiunti, alcuni dei quali sono eccezionali, sia per la macchina che per il pilota.

            In definitiva, questo libro che ha conseguito anche un premio letterario internazionale nella VII edizione Premio Giovi-Città di Salerno, nell’ottobre del 2006, è un’opera unica nel suo genere, un pezzo di storia che appartiene non solo alla Sicilia e alla città di Trapani, ma a tutto il mondo tecnico e agonistico dell’automobilismo di quell’epoca.

            Assisteremo adesso alla proiezione di un video che è stato tratto e realizzato sul mio libro dal giovane marsalese Pasquale Pandolfo, titolare del suo studio professionale: “PASK VIDEOMAKER” a Marsala, che costituisce un altro sentito omaggio commemorativo a Francesco Sartarelli.

Grazie per l’attenzione e la condivisione, spero di avervi intrattenuto gradevolmente in questa bella e piacevole serata.

 

Per chi fosse interessato a questo libro, potrà richiederlo all’indirizzo E-Mail dell’autore:

vittorio.sartarelli@gmail.com