Partecipiamo.it...vai alla home page
 
Miriam Ballerini
 
 
L’ITALIA CHE TREMA
 

Ogni volta che tremo,

la schiena s’inarca.

Su di me s’aggrovigliano

macerie; miserie.

Il mio galoppo libero

lascia solo morte

sotto gli zoccoli insanguinati.

Sono un paese instabile,

dalla corteccia fragile.

Lo sguardo degli anziani,

dopo che il mio fremito

si è inerpicato sulle loro vertebre,

a mani nude e ne ha raggiunto l’anima;

raccontano il vuoto e lo smarrimento.

Altri tentano di costruire nuove vie,

laddove non ci sono più

cartine stradali con percorsi certi.

I bambini hanno quel guizzo,

loro che ancora sanno ricostruire

con mattoncini lego

una torre che non crolli.

Mi addormenterò ancora,

ma chi ho fatto sussultare

vivrà sempre con quel singulto

nel cuore.

 

© Miriam Ballerini