Partecipiamo.it...vai alla home page
 
Miriam Ballerini
 
 
 
 

LA CHIAMATA DEI TRE   di Stephen King

© 1990 Sperling & Kupfer Editori S.p.A. Superbestseller.

ISBN 88-7824-514-3  86-I-99

Pag.469 €7,50

 
 
 

 È, questo, il secondo romanzo della serie "La torre nera".

A differenza del primo, scritto in modo piuttosto asciutto, come il deserto che Roland (l'ultimo cavaliere), attraversa; qui si ritrova il King narratore dei suoi libri migliori. Descrive i particolari fino, quasi, farli toccare con mano. Delinea i personaggi, si perde in immagini fantasiose, che fanno leggere il romanzo tutto d'un fiato.

La chiamata dei tre, riprende dalla conclusione fra l'incontro tra Roland e l'uomo in nero.

L'ultimo cavaliere viene mutilato alla mano da dei crostacei orribili, le aramostre. Ma questo non ferma il suo viaggio.

Trova così tre porte che sorgono sulla sabbia e, dietro esse, nella New York di tre diversi momenti del nostro tempo, incontra: negli anni 80 Eddie Dean, tossicodipendente. Negli anni 60 Odetta e Detta, due personalità che vivono nella stessa persona e, dalle quali, costrette a fondersi tra loro da Roland, sorgerà una nuova donna, Susannah. Una donna di colore costretta su una sedia a rotelle  per via di una mutilazione alle gambe.

Infine, Jack Mort, pluriomicida, nella New York degli anni 70.

Solo Susannah e Eddie accompagneranno Roland nella sua ricerca.

Ancora non viene svelata cosa sia questa Torre nera e, di Roland, si sa quello che si legge nei suoi ricordi.

Dice King: "Io so solo che questa storia mi ha ripetutamente richiamato in un arco di 17 anni. Questo secondo volume, lascia ancora senza risposte molti interrogativi e il momento cruciale del racconto è certamente ancora lontano nel futuro, tuttavia ritengo che questo episodio nel complesso risulti più completo del primo.

E la Torre è più vicina".

 
© Miriam Ballerini