Partecipiamo.it...vai alla home page
 
Miriam Ballerini
 
 
 
 

IL CACCIATORE DEL BUIO                                            di Donato Carrisi

2014 © Longanesi tea libri

ISBN 978-88-502-4765-3   pag. 407  € 5,00

 
 

Primo libro che leggo di Carrisi  e, devo dire, l’ ho amato fin da subito.

Scritto in modo magistrale, buona la suspence, ottima la penna. Capace di descrivere e di trascinare il lettore nella trama. Essendo un criminologo, poi, perfetti i tratteggi psicologici dei personaggi e le turbe del colpevole.

Ambientato a Roma, troviamo Sandra: fotorilevatrice, vedova, alle prese con la ricostruzione della propria vita.

Quindi Marcus, un penitenziere, che a suo tempo perse la memoria e che si occupa delle anomalie tracciate da chi commette un crimine.

Potrebbe sembrare un personaggio di fantasia, invece, alla fine del libro, scopriamo che esiste davvero e che fa parte di una categoria di preti che appartiene al più antico dicastero del Vaticano.

Anzi, per chi volesse più informazioni, Carrisi ci mette anche un sito: www.penitenzieria.va

Poi, assolutamente necessario in ogni buon thriller, il colpevole. Un omicida inarrestabile, che appare e scompare come nebbia. Lascia segnali, eppure è come fumo.

La polizia e Marcus, che compie indagini per suo conto, arrivano a scoprire il nome del colpevole, la sua storia. Ma di lui nessuna traccia.

Ogni volta che pare di essere vicini alla soluzione del caso, succede qualcosa che sconvolge tutto ciò che abbiamo creduto vero fino a poco prima.

Assolutamente da leggere per gli amanti del genere. Un lavoro ottimo che non delude.

 
 
© Miriam Ballerini