Partecipiamo.it...vai alla home page
 
Miriam Ballerini
 
 
 

Il 6 maggio 2017 ci sarà la prima presentazione del mio nuovo romanzo “Come impronte nella neve” edito da Kimerik, presso la sala consigliare del Comune di Appiano Gentile (CO).

Il romanzo è il mio ottavo lavoro di un percorso che dura da 15 anni.

Risale, infatti, al 2002 la pubblicazione del mio primo lavoro “Il giardino dei maggiolini” edito da Serel International.

In tutti questi anni ho scritto cercando di dare voce agli ultimi, romanzando storie di attualità per far avvicinare il pubblico a diverse tematiche. Ad esempio al carcere, o alle malattie mentali.

Molti sono stati i riconoscimenti ottenuti, alcuni all’estero, e le soddisfazioni giunte dai lettori e dai critici del settore.

Ho partecipato a diverse manifestazioni, a concorsi; collaborato con riviste e associazioni. Un bilancio che, a volgermi indietro, mi ha lasciato tanto.

Ovviamente non sono a nessun punto d’arrivo, ma solo di partenza. Un artista ha sempre da imparare, da crescere, da evolversi.

”Come impronte nella neve” vuole essere un libro che faccia tabula rasa dell’avere, volgendo un occhio attento all’essere, tramite le storie dei vari protagonisti. Non vi troverete storie di grandi uomini, ma vite di persone normali; anche di chi è sotto la soglia della normalità. Facciamo insieme questo esperimento: cosa può accadere all’uomo quando questo si trova di fronte al niente? Quando muoiono le illusioni e la vita pare finita? D’improvviso ci si trova in un campo innevato, dove tutte le strade e i segnali a noi noti sono invisibili al nostro occhio. Eppure, basta compiere un passo per lasciare un’orma nuova. Cosa sarà allora questo libro? Un romanzo sulla violenza? Sulla ricostruzione? Sulla speranza? Forse un libro sull’amore: fra uomini e donne, fra compagni di avventura, rivolto alla natura, verso se stessi. Ecco! Amare se stessi, questo il primo passo da compiere, per sfuggire alla violenza, per imprimere il peso del primo mattone per ricostruirsi; per riuscire ad amare gli altri.

 
 
Miriam Ballerini