Partecipiamo.it...vai alla home page
 
Miriam Ballerini
 
CINQUE QUARTI D’ARANCIA
di Joanne Harris
© 2000 Garzanti Editore  ISBN 88-462-0302-X
€ 4,60  pag. 405
 

La Harris è nota al pubblico per avere scritto il bestseller Chocolat.

Nei suoi romanzi aggiunge sempre, proprio come un ingrediente, la cucina e i suoi sapori.

Cinque quarti d’arancia è uno di quei libri che continui a leggere per arrivare alla fine e conoscere quel segreto che ti viene messo di fronte a spizzichi e bocconi, che non riesci mai a comprendere del tutto.

In questo libro, l’anziana Framboise, racconta della sua infanzia, della sua vita, partendo dall’eredità che le ha lasciato la madre: e cioè il suo libro di ricette, con scritto, mantecato fra loro, il proprio diario.

Framboise ricorda la madre come una vedova asciutta e arida, colpita sempre più spesso dai suoi mal di testa, preceduti da un forte odore di arance. Ormai adulta, confessa che spesso le aveva nascosto delle bucce di arance nel cuscino, con l’intento di farla stare male.

Nel romanzo troviamo la sua vita, quella dei fratelli maggiori, Cassis e Reine Claude. La loro esistenza in un paesino francese, costeggiato dalla Loira. Della lotta della piccola Framboise contro il “Vecchio”, un grosso luccio. Si dice che chi riuscirà a catturarlo avrà diritto a veder esaudito un desiderio. Ma sarà davvero così?

Il libro è ambientato durante l’occupazione nazista e, il segreto che i tre fratelli si sono portati addosso fino ad oggi, riguarda proprio un giovane militare tedesco.

È un romanzo d’atmosfere, di colori e di sapori.

Troviamo scritto sulla copertina: “Un romanzo ricco di sapori e sentimenti. Racconta la gioia e la pena di vivere, la magia dell’esistenza”.

 
© Miriam Ballerini