Partecipiamo.it...vai alla home page

 

RespiroPoetico

a cura di  Mario Bolognese

 

 

... Per spegnere i tragici roghi della libert della donna...

    

E' LA POESIA CHE PREVIENE OGNI NOSTRA VIOLENZA

CONTRO LA DONNA, PERCHE' CI FA RESPIRARE

E NON CONTROLLARE LA VITA...

 

Ogni violenza contro la donna, a partire dalla bambina,

frutto perverso di una formazione egemonica, capitalistica

e proprietaria del nostro pensiero maschile...Gi giocando, da bambini

e poi anche da adulti, non entriamo in relazione ma possediamo

la relazione...E anche quando diciamo cose belle e giuste rischiamo

di bruciare la comunicazione  sul rogo del nostro...assoluto...

Ma se incominciano a respirare, a pensare, a parlare...poesia...

rinasce l'umilt e l'attenzione nell'incontro con l'altra e con l'altro,

anche con l'oggetto, che non viene pi solo...consumato...

La poesia, il respiro poetico, pi che letteratura prezioso

riconoscimento del nostro limite trasformato in risorsa...

Per cui accetto e ridiffondo al mio genere l'invito di Luce Irigaray

per  co-spirare con l'insieme dell'universo...

 
 

...co-spirare  con l'insieme dell'universo, di giungere a questo senza interruzione. In India si d un senso alla respirazione assai pi spirituale di quello che le si d in Occidente. La pratica della respirazione spiritualizza in India,   il corpo qui e ora. Ogni  introduzione nella tradizione dell'India prevede una quotidiana pratica filosofico - religiosa dello yoga, dei riti, un'alimentazione particolare, dei gesti e,  se il linguaggio valorizzato, lo soprattutto come linguaggio poetico.

 

Da: Il divino fra di noi , domande poste a Luce Irigaray nel corso di un  incontro al centro di studi femministi di Utrecht, a pagina 94 del numero monografico , autrici e autori vari, della rivista trimestrale  Inchiesta, luglio-dicembre 1989,  Edizioni Dedalo, dedicata al Il divino concepito da noi, a cura di Luce Irigaray.

 

Ciao, Mario Bolognese, lieto per ogni girotondo sul fare/essere poesia:

E-mail: canticocreature@gmail.com