Partecipiamo.it...vai alla Home page

 
Capitan Spaventa
 
 

     Capitan Spaventa di Vall'Inferna è un personaggio creato dall' attore Francesco Andreini (1548-1624). Andreini entrò a far parte della Compagnia de Gelosi alla fine del Cinquecento, si sposò con Isabella e recitò in italia e Francia riscuotendo enorme successo. Ci lasciò anche una raccolta di generici,"Le bravure di Capitan Spaventa", contenente alcune scene da dove è possibile delineare il carattere del personaggio. Di lui Andreini dice: "io mi compiacqui di rappresentare nelle commedie la parte del milite superbo, ambizioso e vantatore" In realtà Spaventa è un personaggio colto, raffinato, non vanaglorioso come il campano Capitan Matamoros, piuttosto un poeta, sognatore che stenta a distinguere tra sogno e realtà. Veste abiti molto curati, è elegante e composto dai modi nobili. Solitamente indossa un vestito a strisce colorate, completato da un cappella ad ampia tesa e adornato da piume. Lunghi baffi, un grande naso, al fianco gli pende un grosso spadone che non esita ad estrarre al momento giusto.


Come molti dei "Capitani" generalmente aveva un accento spagnolo.

 
 

     The history and fortune of Capitan Spaventa of Vall’Inferna is inextricably linked to his creator and interpreter Francesco Andreini (1548-1624). Andreini joined the Gelosi troupe at the end of the 16th century, married Isabella and performed with her for many years in France and Italy, with great popularity. He wrote a collection of stories called, “The Brave Deeds of Capitan Spaventa”, including several scenes where the nature of this character emerges. Andreini described the role he loved playing as ”one of an arrogant, ambitious and braggart soldier”. In reality the character he invented is a cultivated, sensitive man, not in the least vainglorious like Capitan Metamoros, but something of a poet and dreamer, who has trouble distinguishing fantasy from reality. He cuts a fine figure in his well groomed attire, made up of a brightly coloured striped costume and a striking feathered hat. He’s got a large moustache and nose, while an enormous sword swinging from his belt strikes fear into all and sundry.