Partecipiamo.it...vai alla Home page
 
 
 
Coni Lega a Lega Basket femminile Federbasket
 
Basket in carrozzina Lega 2 Lega Nazionale Pallacanestro
Wikipedia: basket
 
Wikipedia: campionato femminile
 
Giornali on line
 
Corriere della sera Gazzetta.it Alice Basket Yahoo Basket
     
 
 
IL CAMPO DA GIOCO

Nelle competizioni ufficiali le partite di basket vengono solitamente giocate al coperto in grandi impianti multidisciplinari detti " palazzetti dello sport": l'unico limite è che il soffitto deve essere ad almeno 7 m dal campo di gioco.
Il campo di gioco è un rettangolo largo 15 m e lungo 28 m col fondo in legno delimitato da linee che però non fanno parte del campo di gioco. Esso è diviso in due dalla linea di metà campo ed al centro viene disegnato un cerchio del diametro di 3,6 m che serve all'inizio del gioco per la cosiddetta "palla a due".
In ogni metà del campo vengono inoltre segnate l'area dei 3 secondi, la linea dei 3 punti (che nelle competizioni FIBA deve avere un raggio di 6,25 m dal canestro), e la linea dei tiri liberi che delimita la parte superiore dell'area dei 3 secondi.
Alle linee che delimitano lateralmente l'area dei 3 secondi vengono aggiunte inoltre altre piccole linee che servono per delimitare la posizione dei giocatori durante l'effettuazione dei tiri liberi.
All'esterno del campo si trovano le aree destinate alle panchine delle due squadre e il tavolo degli ufficiali di campo.

 
 
LA PARTITA

Scopo del Gioco

Lo scopo di ognuna delle due squadre (di 5 giocatori) è quello di realizzare punti facendo passare la palla all'interno dell'anello del canestro avversario (fase offensiva) e di impedire ai giocatori dell'altra squadra di fare altrettanto (fase difensiva).
La palla può essere passata, tirata, battuta, rotolata o palleggiata in qualsiasi direzione, nei limiti consentiti dal Regolamento.

Direzione di Gara

La partita è diretta da:

  • due arbitri in campo;

  • un segnapunti;

  • due responsabili cronometrici (uno per il cronometro dei 30" e uno per il tempo complessivo);

  • un segnalatore dei falli.

Gli arbitri prendono tutte le decisioni anche per circostanze non contemplate dal regolamento.

Prima dell'inizio della gara il primo arbitro deve controllare e approvare tutte le apparecchiature che dovranno essere usate durante la gara.

Nessuno dei due arbitri ha l'autorità di annullare o mettere in discussione le decisioni prese dall'altro, gli arbitri non devono fischiare dopo la realizzazione di un tiro libero o di un canestro su azione.
Dopo ciascun fallo o rimessa a due, gli arbitri devono sempre cambiare la loro posizione sul campo di gioco.

Giocatori

Ogni squadra può portare in panchina fino a sette giocatori per le sostituzioni.
La sostituzione avviene, su autorizzazione dell'arbitro, solo a gioco fermo.
Ogni squadra può effettuare tutti i cambi che desidera con tutti i giocatori in panchina che dovranno essere presentati, dall'allenatore, ad inizio partita agli addetti al tavolo.
Le squadre devono usare una numerazione nelle maglie dal 4 al 15.

Punteggio

Il punteggio viene determinato dalla somma dei valori dei canestri realizzati. Un canestro viene considerato valido quando attraversa l'anello di ferro, dall'alto in basso, e scende attraverso la retina sottostante. Viene considerato valido il tiro a canestro intercettato dall'avversario in fase discendente.

Il conteggio dei punti viene effettuato assegnando ad ogni canestro un punteggio a seconda del punto in cui si trovava chi ha lanciato la palla e del tipo di tiro effettuato , vengono assegnati:

  • 1 punto per ogni canestro fatto eseguendo un tiro libero

  • 2 punti per ogni canestro fatto eseguendo un tiro dall' interno dell'area delimitata dalla linea dei 3 punti.

  • 3 punti per ogni canestro fatto eseguendo un tiro all'esterno dell'area dei 3 punti.

Sono considerati validi i canestri effettuati quando si è subito un fallo con la concessione di un solo tiro libero aggiuntivo.

Gioco

La partita ha inizio con una palla a due (un giocatore per ciascuna squadra è chiamato a saltare per conquistare la palla lanciata in alto dall'arbitro)
La palla è considerata fuori campo quando tocca oggetti o persone fuori dalle linee di limitazione del campo.
Un giocatore è considerato fuori campo quando con i piedi tocca le linee di limitazione o è fuori di esse.
In assenza dell'allenatore le decisioni possono essere assunte dal Capitano, anche se questi è in gioco.
Ogni squadra dall'inizio dell'azione deve entro 10" (secondi) superare la linea della propria metà campo e effettuare il tiro a canestro entro 30" (secondi) Il tempo viene ricalcolato ogni volta che si ritorna in possesso della palla e per un tiro sbagliato o per riconquista della palla dopo il tocco di un' avversario.
L' allenatore può chiedere una sospensione del gioco (TIME OUT) per due volte in ciascun tempo della durata di 60" (secondi) ciascuno.
Ogni volta che la palla è morta per fallo, rimessa, palla trattenuta, time out infortunio o comunque per decisione degli arbitri il cronometro che segna la durata della partita viene fermato, il giocatore della squadra attaccante non può rimanere nell'area piccola per più di 3" (secondi).

Le sole persone autorizzate a stare nell'area della panchina (nel corso della gara) sono: allenatore, vice-allenatore, sostituti e un MASSIMO di cinque persone con compiti assegnati (es.: massaggiatore, medico dirigente, scorer, interprete, accompagnatore, ecc.).
Il comportamento delle persone al seguito ricade sotto la giurisdizione dell'arbitro.
 

Falli

Ciascun giocatore non può commettere nell'arco della partita più di 5 falli al quinto fallo deve lasciare il campo di gioco e può essere sostituito solo se in panchina vi sono giocatori che possono ancora giocare.

Quando una squadra, in ciascuna frazione di gioco, supera gli 8 falli complessivi ogni fallo viene punito con la concessione di due tiri liberi (qualunque sia il fallo e ovunque esso sia commesso).

Falli che comportano solo il cambio palla:

  • infrazione ai 10 " entro i quali la squadra in attacco deve superare la linea di metà campo;

  • infrazione ai 30 " entro i quali la squadra in attacco deve effettuare il tiro a canestro;

  • infrazione ai 3", tempo di permanenza massima  concesso ai giocatori in attacco nell'area sottocanestro

  • palla mandata fuori campo (si considera l'ultimo tocco).

Falli che comportano il cambio palla con rimessa:

  • Ostruzione (quando il difensore in movimento tocca l'attaccante in possesso di palla);

  • Sfondamento (quando l'attaccante in possesso di palla tocca il difensore fermo)

  • Trattenuta (quando un giocatore trattiene in qualsiasi modo un avversario impedendogli di effettuare i movimenti e/o le azioni desiderate);

  • Carica (quando un difensore tocca le mani dell'attaccante in palleggio);

  • Spinta;

  • infrazione di campo (la squadra che attacca una volta superata la linea mediana del campo non può risuperarla tornando indietro con la palla);

Falli puniti con due tiri liberi:

  • tutti i precedenti (con l'eccezione dello sfondamento) quando sono commessi sull'attaccante o durante il tentativo di tiro a canestro o nell'azione di penetrazione a canestro;

  • tutti i precedenti (con l'eccezione dello sfondamento) quando i falli complessivi della squadra sono uguali o superiori ad 8 nella frazione di gioco;

  • qualora il giocatore che subisce il fallo riesce a concludere la sua azione con la realizzazione di un canestro questo viene convalidato ed in aggiunta viene concesso un tiro libero;

  • fallo tecnico del giocatore per proteste o comportamento scorretto (anche dei giocatori in panchina);

  • fallo tecnico dell'allenatore per comportamento scorretto, proteste, invasione di campo.

Se a seguito del fallo il giocatore non segna, viene assegnato un numero di tiri liberi pari al valore del canestro non segnato, si aggiungono due tiri liberi in caso di fallo antisportivo (una volta chiamato "fallo intenzionale") ed in caso di fallo tecnico. In questi due casi viene poi data la palla alla squadra di chi ha tirato i liberi (che ha subito fallo) che effettuerà una rimessa a metà campo con i piedi a cavallo della linea centrale. Negli altri casi, all'ultimo tiro libero, i giocatori si dispongono in posizioni specifiche per cercare di recuperare la palla su rimbalzo, nel caso il tiro non vada a segno.

Durata Partita

Ogni partita dura 40 minuti (48 nella NBA) suddivisi in 4 periodi di 10 minuti (12 nella NBA) ciascuno. Tra il 2° ed il 3° periodo viene effettuato un intervallo di 15 minuti e alla ripresa del gioco le squadre devono scambiarsi il campo, mentre negli altri casi l'intervallo è solamente di 2 minuti (senza cambio campo).

Chi vince

La squadra vincente della partita è quella che ha realizzato il maggior numero di punti alla fine del 4° periodo di gioco. In caso di parità, risultato non ammesso nella pallacanestro, vengono effettuati tempi supplementari della durata di 5 minuti ad oltranza fino a che una delle due squadre non si trovi in vantaggio alla conclusione del tempo.