Partecipiamo

vai alla home page

Totò
"il  principe della risata"

 

Gli attori che hanno lavorato nei film di Totò

 



 

 

Attori e partecipazioni ai films di Totò

 

Mario Castellani 

51

Totò Mignone 

8

Nino Milano 

6

Pietro De Vico 

5

Luigi Pavese 

25

Carlo Croccolo 

7

Raimondo Vianello 

6

Ada Dondini 

4

Giacomo Furia 

15

Galeazzo Benti 

7

Toni Ucci 

6

Alberto Sorrentino 

4

Peppino De Filippo 

15

Gianni Agus 

7

Agostino Salvietti 

5

Arnoldo Foà 

4

Salvo Libassi 

15

Nino Taranto 

7

Alda Mangimi 

5

Augusto Di Giovanni 

4

Peppino De Martino 

12

Pietro Carloni 

7

Aldo Fabrizi 

5

Bice Valori 

4

Ughetto Bertucci 

12

Amedeo Girard 

6

Arturo Bragaglia 

5

Ciro Berardi 

4

Aldo Giuffrè 

11

Ave Ninchi 

6

Carlo Delle Piane 

5

Dina Perbellini 

4

Mimmo Poli 

11

Carlo Campanini  

6

Carlo Ninchi 

5

Fanfulla 

4

Aroldo Tieri 

10

Carlo Mazzarella 

6

Cesare Polacco  

5

Fanny Landini 

4

Eduardo Passarelli 

9

Carlo Pisacane 

6

Claudio Ermelli 

5

Francesco Mulè 

4

Enzo Garinei 

9

Erminio Macario 

6

Enzo Turco 

5

Franco Coop  

4

Isa Barzizza 

9

Franca Marzi 

6

Ernesto Almirante 

5

Fulvia Franco 

4

Anna Campori 

8

Franco Giacobini 

6

Franco Ressel 

5

Gabriele Tinti 

4

Dante Maggio 

8

Gianni Partanna 

6

Ignazio Leone 

5

Gianna Cobelli 

4

Franca Faldini 

8

Giulio Calì 

6

Lia Zoppelli 

5

Gianni Baghino 

4

Memmo Carotenuto 

8

Laura Gore 

6

Marcella Rovena 

5

Gildo Bocci 

4

Nando Bruno 

8

Leopoldo Valentini 

6

Mario Meniconi 

5

Gino Cervi 

4

Nerio Bernardi 

8

Linda Sini 

6

Mario Riva 

5

Gino Scotti 

4

Nino Vingelli 

8

Mario De Simone 

6

Nando Angelini 

5

Giulio Marchetti 

4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Guglielmo Inglese 

4

Dino Curcio 

3

Mario Carotenuto 

3

Turi Pandolfini 

3

Guido Martufi 

4

Dolores Palumbo 

3

Mario Passante 

3

Ugo Tognazzi 

3

Mario Pisu 

4

Dorian Gray 

3

Marisa Merlini 

3

Valeria Moriconi 

3

Mario Siletti 

4

Edda Ferronao 

3

Nadine Senders 

3

Vincent Barbi 

3

Nico Pepe 

4

Elvy Lissiak 

3

Ninetto Davoli 

3

Vittoria Crispo 

3

Nino Marchetti 

4

Franca Valeri  

3

Nino Manfredi 

3

Vittorio De Sica 

3

Paolo Ferrari 

4

Franco Fabrizi 

3

Nino Marchesini 

3

Walter Chiari 

3

Riccardo Billi 

4

Gina Amendola 

3

Nino Terzo 

3

 

 

Sylva Koscina 

4

Gina Rovere 

3

Olimpia Cavalli 

3

 

 

Titina De Filippo 

4

Gino Buzzanca 

3

Paolo Ferrara 

3

 

 

Ugo D'Alessio 

4

Gino Ravazzini  

3

Paolo Stoppa 

3

 

 

Vinicio Sofia 

4

Giovanna Ralli 

3

Pasquale De Filippo 

3

 

 

Achille Majeroni 

3

Guglielmo Barnabò 

3

Piero Morgia 

3

 

 

Aldo Bufi Landi 

3

Ignazio Balsamo 

3

Pina Gallina 

3

 

 

Andrea De Pino 

3

Lamberto Antinori 

3

Rosita Pisano 

3

 

 

Antonio La Raina 

3

Lella Fabrizi 

3

Scilla Gabel 

3

 

 

Armando Annuale 

3

Leopoldo Trieste 

3

Silvana Pampanini 

3

 

 

Clara Bindi 

3

Loris Gizzi 

3

Teddy Reno 

3

 

 

Clelia Matania 

3

Luciano Marin 

3

Tina PIca 

3

 

 

Consalvo Dell'Arti 

3

Maria Pia Casillo 

3

Tino Buazzelli 

3

 

 

 

Con 2 partecipazioni seguono:

 

Adriana Asti,Adriana Facchetti ,Agnese Dubbini ,Alberto Talegalli ,Aldo Tonti ,Alfredo Rizzo ,Amelia Perrella ,Angela Luce ,Anita Durante ,Anna Maestri ,Anna Vita ,Aristide Garbini ,Armando Migliari ,Benedetta Rutili ,Bruno Corelli ,Carlo Giuffrè ,Cesare Fantoni ,Ciccio Barbi ,Ciccio Ingrassia ,Cristina fanton ,Cristina Gajoni ,Delia Scala ,Diana Dei ,Dina Romano ,Dori Dorika ,Eduardo De Filippo ,Elio Pandolfi ,Elli Parvo ,Emilio Petacci ,Enrico Gori ,Enrico Viarisio ,Enzo Biliotti ,Enzo Petito ,Erminio Spalla ,Federico Collino ,Fiorenzo Fiorentini ,Floria Torrigiani ,Francesco Leonetti ,Franco Balducci ,Franco Caruso ,Franco Franchi  ,Franco Pastorini ,Franco Sportelli ,Gabriella Andreini ,Geronimo Meynier ,Giacomo Rondinella ,Giancarlo Zarfati ,Gianna Maria Canale ,Gianni cavalieri ,Gianni Glori ,Gianni Rizzo ,Giovanni Grasso ,Giovanni Onorato ,Gisella Monaldi ,Giulio Stival ,Giuseppe Porelli ,Irene Genna ,Jacqueline Pierreux  ,John Francis Lane ,Laura Betti ,Lauretta Masiero ,Lauro Gazzolo ,Lea Padovani ,Leda Gloria ,Liana Del Balzo ,Liana Orfei ,Lina Alberti ,Louis De Funès ,Luciano Salce ,Luigi De Filippo ,Luigi Leoni ,Mac Roney ,Mara Werlen ,Mario Cipriani ,Maurizio Arena ,Michele Malaspina ,Miranda Campa ,Nicola Maldacea ,Nino Besozzi ,Oreste Bilancia  ,Oreste Lionello ,Pietro Tordi ,Pina Piovani ,Primarosa Battistella ,Renato Montalbano ,René Genin ,Rocco D'Assunta ,Roland von Barthrop ,Romolo Valli ,Rosanna Schiaffino ,Rossella Como ,Sandra Milo ,Sofia Lazzaro  ,Sophia Loren ,Stelvio Rosi ,Tecla Scarano ,Ubaldo Lay ,Ugo Sasso ,Vincenzo Talarico ,Virgilio Rienzo ,Virna Lisi ,Vittorio Caprioli ,Vittorio Gassman ,Yvonne Sanson ,Zoe Incrocci 

 

 

Con 1 partecipazione:

 

Abbe Lane ,Ada Mari ,Adolfo Celi ,Adriana Asti ,Adriana Benetti ,Adriana Bisaccia ,Adriana Serra ,Adriano Buzzanca ,Adriano Celentano ,Alba Arnova ,Albert Dinam ,Alberto Bonucci ,Alberto Carloni ,Alberto Lionello ,Alberto Sordi ,Aldo Silvani ,Aldo Trifiletto ,Aleardo Ward ,Alessandra Panaro ,Alessandro Bianchi ,Alex Clement ,Alfredo Martinelli ,Alfredo Ragusa ,Alice Brandet ,Alvaro Alvisi ,Amalia Pellegrini ,Amedeo Trilli ,Amelia Chellini ,Andrea Bosic ,Andrea Cecchi ,Andrea Compagnoni ,Andrea Scandurra ,Andreina Pagnani ,Andreina Zani ,Angela MInervini ,Angela Portaluri ,Angela Zanon ,Angelo Zanolli ,Anita Ciarli ,Anna Carena ,Anna Di Lorenzo ,Anna Magnani  ,Anna Maria Di Giulio ,Anna Maria Ferrero ,Anna Maria Gambineri ,Anna Maria Luciani ,Anna Maria Marchi ,Anna Vivaldi ,Annette Poivre ,Annie Gorassini ,Annie Sommers ,Antoine Nicos ,Antonio Acqua ,Antonio Cifariello ,Antonio Nicotra ,Antonio Pierbellini ,Antonio Pierfederici ,Antonio Vaser ,Arana Serra ,Armando Bandini ,Armando Calvo ,Armando Guarnieri ,Armenia Balducci ,Attilio Martella ,Attlio Rapisarda ,Augusta Mancini ,Augusto Caverzasio ,Beatrice Altariba ,Bella Starace Sainati ,Ben Gazzara ,Betsy Bell ,Bianca Maria Fusari ,Bianca Stagno Bellincioni ,Britt Eklund ,Bruce Cabot ,Bruna Vecchio ,Bruno Cantalamessa ,Bruno Carotenuto ,Bruno Coreli ,Bruno Lanzarini ,Calisto Bertramo ,Camillo Pilotto ,Carla Calò ,Carla Gravina ,Carla Macelloni ,Carletto Sposito ,Carlo Di Maggio ,Carlo Duse ,Carlo Lombardi ,Carlo Mazzoni ,Carlo Micheluzzi ,Carlo Rizzo ,Carlo Romano ,Carlo Taranto ,Carlo vanzina ,Carlotta Barilli ,Carolina Ferri ,Cathia Caro ,Cesarina Cecconi ,Christiane Dury ,Christine Kaufmann ,Ciro Bernardi ,Clalia Matania ,Clara Auteri Pepe ,Claudia Cardinale ,Claudine Auger ,Claudio Guido Agostinelli ,Concetta Palumbo ,Corrada De Majo ,Corrado Alba ,Corrado Annicelli ,Cristiano Cucchini ,Dada Gallotti ,Daniele Vargas ,Danielle Benson ,Dany Paris ,Darry Cowl ,Delia Orman ,Domenico Modugno ,Don Backy ,Donatella Randisi ,Donato Castellaneta ,Edgardo Siroli ,Eduardo Toniolo ,Edy Biagetti ,Edy Campagnoli ,Edy Vessel ,Elena Altieri ,Elena Borgo ,Elena Fiore ,Eleonora Morana ,Elio Crovetto ,Eloisa Cianni ,Elsa Merlini ,Elsa Pavani ,Elvira Cortese ,Elvira Tonelli ,Ely Drago ,Enrico Lucherini ,Enrico Luzi ,Enrico Olivieri ,Enzo Cannavale ,Enzo Maggio ,Erika Sendecher ,Erminio D'Oliva ,Erminio Petacci ,Ernesto Calindri ,Erszi Paal  ,Estella Blain ,Ester Carloni ,Eugenio Galadini ,Eugenio Orlandi ,Eva Vaniceck ,Fabrizio Capucci ,Fara Libassi ,Felix Fernandez ,Femi Benussi ,Ferd Buscaglione ,Fernand Sardou ,Fernandel ,Fernando Gravey ,Fernando Milani ,Fernando Sancho ,Filippo De Pasquale ,Fiorella Marcon ,Fiorella Mari ,Flavio Forin ,Folco Lulli ,Fortunato Misiano ,Fosca Spadari ,Franca Dominici ,Franca Tamantini ,Francesca Pietrosi ,Francesco Penza ,Francis Blanche ,Franco Castellani ,Franco Interlenghi ,Franco Jamonte ,Franco Melidoni ,Franco Pucci ,Franco Rossellini ,Franco Volpi ,Frank Latimore ,Fred Buscaglione ,Fred Clark ,Fulvia Mammi ,Furlanetto ,Gabriele Baldini ,Gastone Pescucci ,Georges Rigaud ,Germano Cobos ,Giacomo Almirante ,Giacomo Gabrielli ,Giampiero Littera ,Giancarlo Costa ,Giancarlo Nicotra ,Gianfranco Piacentini ,Gianluigi Scarpa ,Gianna Partanna ,Gianni Appelius ,Gianni Baghini ,Gianni Bonagura ,Gianni Morandi ,Gianni Solaro ,Giavanna Pala ,Gina Mascetti ,Gino Bramieri ,Gino Leurini ,Gioia Colli ,Giorgia Moll ,Giorgio Ardisson ,Giorgio Bixio ,Giorgio Capecchi ,Giorgio De Reilly ,Giovanna Galletti ,Giovanna Pala ,Giovanni Druti ,Giovanni Ivan Scratuglia ,Giovanni Nannini ,Gisella Ferrini ,Gisella Montaldi ,Gisella Sofio ,Giuditta Rissone ,Giulia Melidoni ,Giulia Rubini ,Giuliano Gemma ,Giulietta Masina ,Giulio Battiferri ,Giulio Battisteri ,Giulio Donato ,Giuseppe Pierozzi ,Giuseppe Rinaldi ,Giuseppe Spadaro ,Giusi Raspani Dandolo ,Gloria Paul ,Grazia Maria Spina ,Grazia Spadaro ,Graziella Tolusso ,Guglielomo Sinaz ,Guido Celano ,Guido Morisi ,Gustavo Giorgi ,Gustavo Vecchi ,Harry Guardino ,Helen Sedlak ,Henri Arius ,Henri Cremieux ,Henry Vidon ,Ina La Jana ,Ines Fiorentini ,Inger Milton ,Irene Aloisi ,Irene Cefaro ,Irene Galter ,Isa Crescenzo ,Isabella Nobili ,Italia Marchesini ,Italo Pirani ,Italo Tancredi ,Ivy Holzer ,Ivy Olsen ,Jacques Herlin ,Jaen Claude Pascal ,Jean Brochard ,Jean Louis ,Jean Rochefort ,Jean Tissier ,Jean-Claude Brialy ,Jim Dolen ,Jo Stajano ,John Karlsen ,John Kitzmiller ,John Strange ,Johnny Dorelli ,Jolanda Verdirosi ,Jole Fierro ,Jole Mauro ,Josè Guardiola ,Josè Jaspe ,Josè Louis Lopez Vasquez ,Juan Josè Mènèndez ,Katia Caro ,Kiki Urbani ,Kurt Polter ,Lamberto Maggiorani ,Lando Buzzanca ,Laura Adani ,Lauretta de Lauri ,Lena Lin Solaro ,Leo Brandi ,Leonardo Severini ,Lia Corelli ,Lia Molfese ,Lia Orlandini ,Lia Rainer ,Liana Billi ,Lianella Carell ,Lidia Martora ,Lilia Landi ,Liliana mancini ,Lilly Hand ,Lily Cerasoli ,Lina Del Balzo ,Lina Ferri ,Lina Volonghi ,Lino Robi  ,Lionelli Zanchi ,Lisa Gastoni ,Livia Minelli ,Lola Braccini ,Lolo Weibel ,Luciano Bonanni ,Luigi Almirante ,Luigi Barbini ,Luigi Erminio D'Oliva ,Luigi Garetto ,Luis Cenca ,Luisa Alberti ,Luisa Alleani ,Luisa Ciampi ,Luisa Ferida ,Luisa Poselli ,Luna Pilar Gomez Ferrer ,Lydia Jhonson ,Lynn Shaw ,Magali Noel ,Maja Jusanova ,Mao Tahi ,Mara Berni ,Mara Landi ,Marcella Valeri ,Marcello Mastroianni ,Marcello Paolini ,Marco Mariani ,Marco Tulli ,Margaret Rose Keil ,Margherita Antuori ,Margherita Bossi Nicosia ,Maria Frau ,Maria Laura Rocca ,Maria Luisa Rolando ,Maria Teresa Di Pompeo ,Marianna Leibl ,Mariano Englen ,Marilyn Buferd ,Mario Adorf ,Mario Besesti ,Mario De Vico ,Mario Feliciani ,Mario Gattari ,Mario Laurentino ,Mario Maniconi ,Mario Maresca ,Mario Petri ,Mario Prera ,Mario Soldati ,Mario Valdemarin ,Marisa Ancelli ,Marisa Fimiani ,Marisa Mantovani ,Marisa Traversi ,Mark Lawrence ,Maurizio Natali ,May Britt ,Michel Tor ,Michele Tivot ,Mike Bongiorno ,Milena Vukotich ,Mino Bellei ,Miranda Bonansea ,Mirella Gailardi ,Misha Auer ,Moira Orfei ,Monika Kolpek ,Nadia Bianchi ,Nadia Cortese ,Nadia Gray ,Nadibe Senders ,Nanda Primavera ,Nathalie Nerval ,Nicola Maldacea jr. ,Nieves Navarro ,Nilla Pizzi ,Nino Di Napoli ,Nino Frera ,Nino Fuscagni ,Nino Milani ,Nino Misiano ,Nita Dover ,Noel Roquevert ,Nora Ricci ,Olga Sorbelli ,Olga Villi ,Olimpio Gargano ,Ombretta Valmozi ,Orson Welles ,Osvaldo Genazzani ,Pablito Calvo ,Paola Barbara ,Paola Veneroni ,Paolo Giusti ,Paolo Modugno ,Paolo Panelli ,Paolo Pieri ,Pasquale Cennamo ,Pasquale Misiano ,Paul Guers ,Paul Muller ,Peppino Spadaro ,Peppino Villani ,Peter Dane ,Peter Martell ,Philippe Clay ,Philippe Leroy ,Pia Fioretti ,Piera Arico ,Piero Gerlini ,Piero Pastore ,Piero Pelermini ,Piero Tordi ,Pierre Mondy ,Pietro Davoli ,Pietro Pennetti ,Pina Renzi ,Pinuccio Ardia ,Primo Carnera ,Rafael Bardem ,Rafael Luis Calvo ,Rafaele Giachini ,Ralph Wolter ,Raymond Bussières ,Regina Seiffert ,Renata Monteduro ,Renato Capogna ,Renato Carosone ,Renato Giomini ,Renato Malavasi ,Renato Navarrini ,Renato Rascel ,Renato Salvatori ,Renato Terra ,Renato Tontini ,Renzo Biagiotti ,Renzo Palmer ,Riccardo Ferri ,Riccardo Garrone ,Riccardo Olivieri ,Riccardo Redi ,Riccardo Valle ,Richard McNamara ,Ricky Denver ,Rik von Nutter ,Rina Morelli ,Rino Tognaccini ,Rio Nobile ,Rita Andreana ,Rita Cuticca ,Rita Pavone ,Rita Rubirosa ,Robert Alda ,Roberto De Simone ,Rosalba Neri ,Rosalia Maggio ,Rosanna Roy ,Rosario Borelli ,Rosina Moroni ,Rossana Di Rocco ,Rossana Podestà ,Salvatore Campochiaro ,Samson Burke ,Sandro Merli ,Sandro Moretti ,Sandro Pistolini ,Sandro Ruffini ,Senta Berger ,Serenella Verdirosi ,Sergio Corbucci ,Sergio Raimondi ,Silvana Jachino ,Silvana Mangano ,Silvia De Vietri ,Silvia Fazi ,Silvio Bagolini  ,Simone Simon ,Solvejg D'Assunta ,Solvi Stubing ,Stefano Vanzina ,Susanne Lèvesy ,Taina Beryll ,Tamara Lees ,Tania Weber ,Teresa Pellasti ,The Flippers ,The Rokes ,Thea Zubin ,Tiberio Mitri ,Tiberio Murgia ,Tina Lattanzi ,Tina Perna ,Trio Primavera ,Ubaldo Loria ,Ugo Attanasio ,Ugo Fangareggi ,Umberto Bevilacqua ,Umberto D'Orsi ,Umberto Spadaro ,Vera Carmi ,Vera Molnar ,Vera Nandi ,Veronica ,Vira Silenti ,Vittorio Congia ,Vittorio Vaser ,Vivian Gori ,Viviane Romance ,Walter Benelli ,Walter Grant ,Walter Pidgeon ,Walter Santesso ,Wandisa Guida ,Williams Tubbs ,Wilma Casagrande ,Yoka Berretty ,Yvette Masson 

 

 

 

LUIGI PAVESE

 

 
Nato ad Asti il 25 Ottobre 1897 morto a Roma il 13 Dicembre 1969.
Ottimo caratterista con moltissime esperienze sia teatrali che cinematografiche, dopo Mario Castellani è l'attore più presente, anche se in ruoli minori, in oltre 20 films con Toto'.
Bravissimo doppiatore, intensa la sua attività in tal senso, prestò la voce, tra gli altri, a Gary Cooper, Fredric March, Burl Ives, per oltre 40 anni lavorò instancabilmente dando sempre il meglio di sè nelle parti affidategli.
Parziale filmografia CON TOTO':
FIFA E ARENA(1948)
TOTO' AL GIRO D'ITALIA(1948)
TOTO' CERCA CASA(1949)la parte del capo ufficio
TOTO' TARZAN(1950)
TOTO' CERCA MOGLIE(1950)
FIGARO QUA FIGARO LA'(1950)
TOTO' A COLORI(1952)Nella parte di Tiscordi l'editore musicale
TOTO' LASCIA O RADDOPPIA(1956)
LA BANDA DEGLI ONESTI(1956)
TOTO' VITTORO E LA DOTTORESSA(1957)
TOTO' EVA E IL PENNELLO PROIBITO(1959)
LA CAMBIALE(1959)nella parte del padrone di casa
SIGNORI SI NASCE(1960)
CHI SI FERMA E' PERDUTO(1960)
TOTO' FABRIZI E I GIOVANI D'OGGI(1960)
TOTO' TRUFFA(1962)
TOTO' CONTRO MACISTE(1962)
TOTO' DIABOLICUS(1962)
TOTO' PEPPINO DIVISI A BERLINO(1962)
IL GIORNO PIU' CORTO(1962)
TOTO' D'ARABIA(1964) 

Luciano Somma

 

 

CARLO CROCCOLO

 

Nonostante abbia girato pochi films con TOTO', soltanto 7, è stato un attore molto vicino al

Principe soprattutto dal 1957 in poi, quando Totò ebbe serissimi problemi di vista, prestando la

sua voce molto somigliante tant'è che a volte si fa fatica a capire di chi è veramente. Comunque

ha spessissimo doppiato anche Oliver Hardy ed in OPERAZIONE SAN GENNARO tutti gli attori.

Nato a Napoli il 6 Aprile 1926  ha iniziato la sua carriera come attore radiofonico nella

commedia:"DON CICCILLO SI GODE IL SOLE per poi lavorare in teatro e nel cinema con

grandissimi attori(118 films girati)ed ha lavorato anche molto all'estero.

Con Toto' questi sono i principali films girati:

  • I POMPIERI DI VIGGIU' (1949)

  • TOTO' TARZAN(1950)

  • TOTO' SCEICCO(1950)

  • 47 MORTO CHE PARLA(1959)

  • MISERIA E NOBILTA'(1954)

  • TOTO' LASCIA O RADDOPPIA(1956)

  • SIGNORI SI NASCE (1960) Dove copre, e lo fa con maestria, il ruolo del cameriere Battista Signori E' anche un ottimo scultore.

     

Luciano Somma

 


Toto ed Aroldo Tieri in: Totò sceicco

 

AROLDO TIERI

Tra i tanti attori che hanno lavorato con Toto' non possiamo dimenticare AROLDO TIERI che gli fece da ottima spalla in almeno una decina di films. Figlio del giornalista e critico teatrale Vincenzo Tieri, Aroldo Tieri nacque a Conegliano Calabro (Cosenza) il 28 agosto 1917 e morì a Roma il 26 Dicembre 2006.

FILMOGRAFIA CON TOTO':

TOTO' CERCA CASA (1949)

TOTO' CERCA MOGLIE (1950)

TOTO' SCEICCO (1950)

TOTO' TERZO UOMO (1951)

TOTO' E I RE DI ROMA (1952)

TOTO' PEPPINO E LE FANATICHE (1958)

LA CAMBIALE (1959)

LO SMEMORATO DI COLLEGNO (1962)

GLI ONOREVOLI (1963)

In trent'anni di attività teatrale interprete da Moliere a Shakespeare, da Shaw a Pirandello. Si ritirò ufficialmente dal palcoscenico nel 1999.

Luciano Somma 

 

 

Erminio Macario
 
Nato a Torino il 27 maggio 1902. Morto a Torino il 26 Marzo 1980.

Erminio Macario, meglio noto al grande pubblico semplicemente come Macario, ha in comune con i grandi comici, che hanno lavorato con Totò, e con lo stesso Totò, la precocità, l'indigenza familiare e la vocazione. Anche lui inizia a recitare da bambino, come Taranto; interrompe la scuola per lavorare e aiutare la famiglia, facendo molti mestieri, come Fabrizi; tra un mestiere e l'altro, trova il modo di recitare in una compagnia di "scavalcamontagne", che rappresentavano drammi e farse nelle fiere dei paesi, come, in modo analogo, ha fatto Totò, agli inizi, esibendosi sugli orrendi palcoscenici che si aprivano e si chiudevano attorno alla Stazione
di Napoli.

La sua carriera si delinea a partire dal 1924, anno in cui viene scritturato in qualità di "secondo comico" da Giovanni Malosso per la sua compagnia di balli e pantomime. Sarà per Macario oltre che un salto di professionalità, l'occasione per apprendere e sviluppare la naturale inclinazione all'arte mimica. La sua struttura fisica, piccolo e magro, e la scioltezza dei movimenti contribuiscono a pensare che l'anno con Malosso non è stato infruttuoso, anzi al contrario ha consegnato alla scena italiana un potenziale mimo, che potrebbe dirsi di scuola francese. Ma Macario, prima che un mimo, intende essere un comico e l'anno successivo passa nel giro che conta, quello della rivista. Viene scritturato per la compagnia di Isa Bluette, ancora una volta però con un aggettivo: è il "comico grottesco" del gruppo. Gradualmente si guadagna il semplice appellativo di "comico" e nel 1929 ha finalmente il nome "in ditta". Da questo momento si sente pronto e nel 1930 costituisce una propria compagnia che, tranne qualche escursione nell'avanspettacolo, diventa una delle compagnie di rivista più longeve del teatro di rivista italiano. Nel 1937 chiama accanto a se Wanda Osiris, dando così origine alla coppia più famosa in spettacoli del genere.

Circondato sul palco sempre da belle donne (Olga Villi, Isa Barzizza, le sorelle Nava, Elena Giusti, Lauretta Masiero, Dorian Gray, Flora Lillo, Sandra Mondaini, Lucy D'Albert, Marisa Del Frate, Valeria Fabrizi, oltre, ovviamente, a Wanda Osiris), Macario è un protagonista della storia del teatro di rivista italiano: i suoi spettacoli, a parte la sua comicità, sono esemplari per la ricchezza delle scene, per i costumi sfarzosi, per le musiche sempre gradevoli e soprattutto per il numero di gambe femminili, sempre raddoppiato, che costituiscono il suo corpo di ballo.

Ma ciò che colpisce lo spettatore in misura maggiore è la "sapiente miscela di sensualità e comicità farsesca, dai contorni spesso astratti e surreali"1 di cui sono intrisi i suoi spettacoli. In tema di sensualità, restano famose "le donnine di Macario" un gruppo di belle ragazze che scrittura in sostituzione della soubrette, nel tentativo di innovare il genere. Tra loro emergerà Lea Padovani, che diverrà un'ottima attrice cinematografica. Intanto ha anche trovato modo di esordire a cinema con il film "Aria di paese" (1933), di cui ha scritto pure la sceneggiatura. Questa esperienza resta però isolata. La sua attività cinematografica vera e propria inizierà nel 1939 e proseguirà intensa sino agli inizi degli anni cinquanta, sino a quando cioè il suo nome fa ancora, come si dice in gergo, "botteghino". Da allora in avanti prenderà parte a molti altri film, tra cui quelli con Totò, ma non ne sarà più il protagonista assoluto, tranne in rari e sporadici tentativi che non riusciranno ad ottenere il seguito sperato. Alla fine avrà girato complessivamente quaranta film. I film migliori restano i primi "Lo vedi come sei?" e "Imputato, alzatevi!". Vi arriva con tutte le caratteristiche, fisiche ed espressive, del comico Macario che ha già largamente sperimentato con successo a teatro. In un comico spesso conta molto la fisicità, il suo aspetto e l'uso che egli sa fare del proprio fisico e soprattutto della sua faccia.

La fisicità di Macario è particolare: il viso ovale, due occhi mobilissimi, ora ammiccanti, ora maliziosi ora irridenti ma sempre in maniera bonaria. I capelli lisci, con il ricciolo a virgola tenuto sulla fronte dalla brillantina. Il corpo flessuoso, le cui posizioni sono sempre piene di significati. A questo si aggiunge il parlare un po' balbettante, che gioca sempre di rimessa sulle battute della spalla. In definitiva un comico surreale, mai privo però di arguzia e bizzarria che servono a ristabilire l'ordine delle cose. Macario, abituato ad essere servito da spalle famose in teatro ma anche nel cinema
, è anche lui costretto a pagare il suo tributo a sua maestà Totò, ponendosi al suo servizio. Un servizio che Totò sembra apprezzare molto se riesce, come riesce, a colorire ulteriormente la sua aggressività ed irruenza, priva ormai di ogni limite di pazienza di fronte al balbettío tipico di Macario. Sono duetti di bravura impareggiabili che entrambi apprezzano e ripropongono in ciascuno dei sei film girati assieme.

 

 

Aldo Fabrizi
Nato a Roma il 1° novembre 1905. Morto a Roma il 2 aprile 1990.

Poeta, attore, sceneggiatore, regista, produttore e cuoco per passione. Non è un epitaffio, è solo la sintesi estrema delle molteplici qualità, di artista e di uomo, di Aldo Fabrizi. Indicativa anche di un carattere forte, determinato e tuttavia addolcito dar core romano che connoterà tutta la sua vita. Nato nel centro di Roma, in via del Pellegrino a due passi da Campo de' Fiori, vive la sua infanzia a contatto con gli umori, il temperamento e il carattere popolare del quartiere. Egli stesso, d'altronde, è quel che si dice "un figlio del popolo": sua madre ha un banco di frutta e verdura e suo padre è falegname. Queste origini popolari, esibite anche con orgoglio, costituiscono il bagaglio "culturale" di base per la sua espressività futura. La sua formazione è pertanto analoga a quella di Totò, cresciuto nel quartiere Sanità a Napoli. Entrambi assorbono la cultura popolare d'origine. Con la differenza che successivamente Totò sarà alla costante ricerca delle sue origini nobili, mentre lui è orgoglioso d'essere un "romano de' Roma". Ciò non impedirà che i due, nei loro rapporti privati, saranno poi autenticamente amici.

A ripercorrere la carriera di Fabrizi, sembra quasi di rileggere quella di Totò. Le analogie sono tante. Anche Fabrizi è mosso da "irrefrenabile vocazione". E si avvicina al mondo dell'avanspettacolo, dove si fa conoscere quale autore ed interprete. Nel 1931 si presenta al pubblico romano con due suoi atti unici "Bruneri e Canella" e "Nel Duemila", con cui ha modo di farsi apprezzare per la sua comicità, sapida e popolare, tutta ispirata ai tic, alle frasi ricorrenti e alla battuta bonaria della gente di Campo de' Fiori. Ha soltanto ventisei anni ed è già un comico ricco di tutto il repertorio necessario. Accanto però a questa vena, ne nasconde un'altra, che forse intuisce ma che non sa di possedere, quella drammatica. Salterà fuori, in tutta la sua notevole dimensione, quando gliene offrirà il destro Roberto Rossellini in "Roma città aperta". E' appena il suo secondo film. A conferma di un felicissimo esordio cinematografico avvenuto qualche anno prima, nel 1942 con "Avanti, c'è posto". In quella occasione, con una ormai lunga carriera teatrale alle spalle, Fabrizi si muove a suo agio davanti alla macchina da presa, costruendo un personaggio che, accanto alla comicità bonaria, sviluppa una tenerezza autentica nei confronti degli altri personaggi. La sua rimarchevole interpretazione è peraltro sottolineata dalla sobrietà realizzativa del regista Mario Bonnard. Quando nel 1951 i due lavorano per la prima volta insieme, Totò è nel fulgore della sua attività cinematografica, ritenuta tuttavia dalla critica di allora di qualità inferiore rispetto, per esempio, agli altri cinque titoli che nel frattempo hanno arricchito la filmografia di Fabrizi. Tutti o quasi tutti ritenuti, per la tematica che affrontano, film "impegnati", come si diceva allora per sottolinearne il particolare risvolto sociale.
Inoltre Fabrizi è un attore internazionalmente noto, dopo il successo di "Roma, città aperta".

Non è noto, invece, se i due, all'atto di avviare nel '51 le riprese di "Guardie e Ladri", si conoscessero già. E' presumibile tuttavia che ciascuno, per proprio conto, abbia accettato di lavorare con l'altro per ragioni diverse. Fabrizi, perché nel copione vi ha scorto la continuità con le tematiche sinora affrontate nei suoi film precedenti; Totò, perché vi legge finalmente una storia molto verosimile, rispetto alle trame realizzate sino a quel momento, tutte sbrindellate e tenute in piedi solo dalla sua comicità funambolica. Si può anche ipotizzare che Fabrizi abbia accettato poiché, a prima lettura, il suo personaggio appare quale il protagonista della vicenda. Certo è che però sul set le cose cambiano. Totò ancora una volta pone in essere la sua aggressività. Questa volta condita di meno lazzi. Ha un personaggio per le mani e lo costruisce sapientemente. Lo carica di cialtroneria e tenerezza, mai rinunciando ai suoi moduli espressivi. La sensibilità di Fabrizi coglie appieno il rischio che sta correndo: di essere trasformato nella "spalla" del comico napoletano. E reagisce. Nei duetti oppone un distacco, arretra e si rifugia in una mimica facciale e gestuale, che costringe Totò a ridarsi la battuta. E sono duelli sublimi.

Alla fine la partita l'avrà vinta Totò, come peraltro sottolineano i riconoscimenti ottenuti per l'interpretazione di questo film. Il "Nastro d'argento" e la "Palma d'oro" a Cannes gli vengono attribuiti per il "doppio registro comico e drammatico di ispirazione chapliniana".Ma Fabrizi ha imparato la lezione. Nei quattro film che seguono arriva sul set prevenuto. E' troppo forte il timore di essere strumentalizzato, di passare in secondo ordine. Ed evita accuratamente di lasciarsi coinvolgere dall'aggressività di Totò. Ricorre all'intera gamma delle sue qualità comiche, che gli consentono, se non di arginare, quantomeno di contenere l'irruenza di Totò. E ci riesce. Si assiste alle "performance" di due grandi, godibili e, in alcuni momenti, esemplari, ma comunque distinte tra di loro. E tuttavia, anche solo per quei momenti esemplari, valeva la pena che i due lavorassero assieme. Fabrizi non è stato una spalla di Totò e Totò per una volta tanto ha recitato senza spalle. Però si è cementato un rapporto umano che vale la pena di raccontare. Nella vita privata Totò era un ipocondriaco, un malinconico. Aveva poche relazioni e raramente usciva di casa la sera.Oggi si sarebbe detto che non era un "presenzialista". Fabrizi nutriva per Totò un affetto sincero, mai intaccato dalla rivalità professionale, e spesso andava a trovarlo a casa per passare con lui intere serate.

Lasciamo però che a raccontare di questa amicizia sia chi era presente: la figlia di Totò, Liliana: "Fabrizi era l'unico attore che Totò frequentava nella vita privata. Ci fu un periodo che veniva quasi tutte le sere a casa nostra, quando era ancora viva la nonna che passava pomeriggi interi a preparare da mangiare per tutti. Fabrizi era molto scherzoso e divertente e papà lo stava ad ascoltare fino a tardi e rideva come un bambino". Era questa la rivincita umana dell'attore Fabrizi? E' da escludere. Fabrizi, sul set, ha sempre risposto colpo su colpo. Non aveva bisogno di altre rivincite. La sua comicità non è mai stata rassegnata, da vittima designata e docile, come quella di Peppino. Fabrizi, a modo suo, accettava la sfida e riusciva quasi sempre a rompere l'assedio di Totò per ingaggiare duelli memorabili. Insomma Fabrizi era il romano che non si arrende mai, che "nun ce vole sta".

 


Totò Fabrizi e Peppino De Filippo

 

 

Nino Taranto
Nato a Napoli il 28 agosto 1907. Morto a Napoli il 23 febbraio 1986.

Appartiene alla categoria dei bambini-prodigio. Esordisce a tre anni, in frack e paglietta. Era di moda allora. Maurice Chevalier la portava già a Parigi e il piccolo Taranto, inconsapevolmente, si adegua. La porterà sempre, in tutti i suoi spettacoli "leggeri". Vi apporta però una modifica personalissima: taglia dalla falda frontale tre spicchi a triangolo, in modo da ottenere due punte triangolari. Sarà l'emblema che lo accompagnerà per tutta la sua vita. Avviato così precocemente allo spettacolo, Taranto insiste e nel '28, a soli ventun anni, viene già considerato un artista completo, in grado di recitare il genere comico e quello drammatico. Ma è ancora un giovanotto e anche se scalpita, deve attendere. L'anno dopo finalmente entra in una compagnia importante, la Cafiero-Fumo. Si impone come cantante-macchiettista e questa specializzazione diviene la chiave di volta della sua carriera. E' vero che sogna di passare alla prosa. Ma i casi della vita lo costringono ancora al genere "varietà". Poi col successo arriva la "rivista" e la prosa sembra dimenticata.

Nel nuovo genere fa addirittura il grande salto: a trent'anni esordisce come capo-comico. Ormai è questa la sua strada e lui la percorre al meglio. In qualche teatro poco distante si esibisce l'acclamata compagnia di rivista di Totò. I due sono, si fa per dire, concorrenti. In realtà non è così. Taranto è un ammiratore di Totò, di cui apprezza il taglio dell'improvvisazione, la disarticolazione espressiva e le qualità mimiche. Tutti attributi, tranne l'improvvisazione, che non gli sono particolarmente congeniali. Ma a cui egualmente fa ricorso nelle sue macchiette. E' un tipo di espressività diversa, più costruita, certamente d'effetto, se ottiene il successo che lo accompagna ormai da tempo. Senza essere un epigono di Totò, sembra però seguirne le tracce. Nel 1938, l'anno dopo l'esordio di Totò a cinema con il film "Fermo con le mani", Nino Taranto gira il suo primo film "Nonna Felicità". Ora le due carriere si sono analogamente parificate. Per Taranto resta ancora l'ambizione di fare teatro di prosa, che appagherà nel 1955. L'incontro sullo stesso set con il grande Totò deve attendere ancora undici anni.

Finalmente nel 1949 Taranto lavora con Totò nel film "I pompieri di Viggiù". Il rapporto è immediatamente diverso quello che Totò ha avuto con Fabrizi o anche con lo stesso Peppino De Filippo.

Taranto conserva tutta intatta la grande ammirazione che ha per Totò. Lo ha già detto in pubbliche dichiarazioni e, se non bastasse la parola, lo dimostra nei fatti. In tutte le sequenze dei sei film che hanno girato assieme, l'ammirazione è palese. Sembra quasi che sia lì a godersi lo spettacolo. E quando deve intervenire non si mette in competizione. Sembra quasi cosciente della sua inferiorità e non accetta la sfida. Si mette al servizio del suo grande collega, che sembra considerare il suo maestro. Tra i due si instaura quindi uno strano rapporto di complicità, nel senso che è Taranto ad assecondare la stranezze e le matterie di Totò ma non come farebbe una spalla tradizionale, che si limita a fornire, meccanicamente, gli spunti e i pretesti per le battute del comico. Nella recitazione di Taranto, invece, si sente il comico, un comico vero abituato a stare al centro della scena e che al cospetto del Sommo, sta un passo indietro e si fa notare anche per la sua umiltà.

 

Totò ed Eduardo De Filippo

 

 
Simona Mastrocinque

<< Piero Mastrocinque era mio fratello, fratello di papà Camillo. Mamma no, non lavorò nello Spettacolo. Dei miei nonni paterni: lui era colonnello dell'esercito, e nonna era figlia del geologo Bernardino Lotti. Zio e papà avevano una Agenzia viaggi privata; quando il fascismo la fece chiudere, papà andò a PARIS dove gestì un teatrino di marionette raffinato e frequentato. Poi fece l'aiuto regista, prima in Francia, quindi in Italia; divenne così regista: la sua via migliore la trovò nei films con Totò. Mio zio Piero (e non Pietro) è stato attore in alcuni films. Io sono stata aiuto regista x 2 anni in 8 pellicole dirette da papà, ma nessuno di quelli era con Totò...>>

intervista esclusiva del tenente Colombo dell' 8 Novembre 2006

 

Sette ore di guai
 
Franco Fraticelli
tecnico di montaggio

"Iniziai nel 1947 come assistente al montaggio. Ero Assistente anche per “TOTO’ CERCA CASA” e “GUARDIE E LADRI”.
Non vado spesso sui set.
Come montatore, mi recai sul set di “SETTE ORE DI GUAI”, non ricordo se aveva un titolo provvisorio diverso, una o due volte, per conoscere Totò. Poi lo vidi in sala doppiaggio: si doppiavano solo quelle cose non ottime dalla presa diretta.
Ho recentemente rivisto “SETTE ORE DI GUAI” in videocassetta: sì, ci sono piccoli salti qua e là, ma non tagli lunghi, rispetto la versione originale cinematografica. Il truccatore GUGLIELMO BONOTTI era mio zio, è scomparso circa 20 anni fa. Ignoro chi fosse lo stuntman che sostituisce Totò nelle scene appeso al palazzo; in alcuni punti si vede chiaramente anche l’utilizzo di un pupazzo.

Si usavano “i trasparenti”. Sì, c’è qualche cosa di doppiato, qua e là. In alcune occasioni, per massimo 5 parole, so che doppiai pure io. Un rumorista utilizzato spesso in sala doppiaggio era il napoletano CACCIUOTTOLO… All’epoca in cui in Italia si giravano oltre 150 lungometraggi annui, il montatore era prenotato anche con uno-due mesi in anticipo sul primo ciak. Noi, eravamo pagati a forfait, e ricevevamo il contratto solo a fine film, a volte, non lo ricevevamo per nulla. All’epoca il montaggio si stampava sul negativo con l’OTTICO, dove la colonna sonora aveva uno “spostamento” di 19 fotogrammi, quindi si rendeva necessario un doppio montaggio, che era effettuato dall’assistente al montaggio.
Il montaggio con l’ottico si faceva con pressa in ferro o legno, ed infine si faceva la cosiddetta “punzonatura”, affinchè non restasse il brusìo delle giunte.
Montai “OPERAZIONE SAN GENNARO”, cameo di Totò ovviamente compreso.
Montai infine, “IL PADRE DI FAMIGLIA”: l’unico giorno che Totò girò, cioè le inquadrature al funerale, non ebbi, né la ebbe il produttore Turi Vasile, l’accortezza di conservarlo.
Totò era gentilissimo ed affabilissimo.
Lo incontrai di passaggio alla vecchia Farnesina, che oggi non esiste più, mentre stava andando a doppiarsi per non so quale film.

intervista esclusiva del tenente Colombo del 12 ottobre e 19 novembre 1999

 

Totò e Fernandel nel film : la legge è legge.

 

 

Felice Alfarano

 

attore

"Sono nato a Napoli nel 1936. Orfano di padre; ogni tanto riuscivo ad ottenere di poter fare delle comparsate in qualche pellicola, come “CAROSELLO NAPOLETANO”. No, comparsate o piccoli ruoli in film con Totò non mi è mai successo. Dalla stagione ’55-’56 lavorai a teatro in Compagnìe Primarie, a partire da quella diretta da Eduardo De Filippo. Conobbi bene Franco Coop, che era “una perla”, e vari altri. Ebbi la stima di Enzo Turco. Godo l’affetto di Sergio Bruni. Conobbi Clelia Matània, la quale, quando lavorò assieme a Rascel, ci insegnò a tutti la lingua inglese. Tina Pica mi disse: “ Tu mi fai ridere, senza volermi far ridere.”, che conservo come un autorevole complimento. La Pica, che era del 1888, esordì nel Cinema quando era Muto, e mi disse che, quando lavorò con Totò in “FERMO CON LE MANI” si scambiarono a vicenda “gli auguri” per il buon esito del film… Totò lo vidi a Napoli, venuto in tournèe con “A PRESCINDERE”, al teatro Mercadante. Uscito dall’Hotel Excelsior, salì in auto; io gli bussai sul finestrino, intenzionato a consegnargli una mia poesia, intitolata a Lui. Ma, vedendo la Faldini che mi salutava e lui, che invece guardava fisso, lo credetti un atto di indifferenza. Così, preso dalla rabbia, strappai la poesia a lui dedicata ed ispirata. Ero presso il Caffè Partenope a Santa Lucia. Solo anni dopo, seppi che era diventato cieco, e capii che avevo interpretato male quel suo sguardo. Quest’anno uscirà il mio 31esimo calendario; nel 1998 feci un Calendario dedicato ai 100 anni di Totò"

 

Totò e Jean Claude Pascal

 
Amos Matteucci

Lanciatore di giavellotto, partecipò alle Olimpiadi a London dell'estate 1948, stabilì vari record, quindi lavorò poi per il CONI vari anni. Ecco la sua testimonianza affidatami giovedì 22 febbraio 2007:

<< Sono stato nell'attività agonistica circa vent'anni. Ho scritto un volume relativo lo Sport nell'antichità, costatomi 15 anni di ricerche. La scena di "TOTO' AL GIRO D'ITALIA" con noi sportivi è ambientata a Milano, ma fu girata a Roma nel Teatro della Farnesina dove fu ricostruito il bar.>>

intervista esclusiva del tenente Colombo del 22 febbraio 2007

 

Totò ed Isa Barzizza

 
Giuliano Carnimeo

 

" Sì, sostituii Mariano Laurenti, l’aiuto regista ufficiale del film, e feci l’AIUTO REGISTA volontario per “TOTO’ A MADRID”(distribuito come “TOTO’, EVA E IL PENNELLO PROIBITO”) . Fu la mia unica occasione di lavorare con Totò. Ma è passato troppo tempo: è una esperienza lontana e fugace della quale non ricordo nulla"

intervista esclusiva del tenente Colombo dell' 11 febbraio 2000

 

Totò e Pasolini

 
 
Corrado Olmi
attore

"Con Totò non feci films, né Caroselli, né teatro assieme, ma solo qualche sketch girato come “TUTTOTOTO’ ”. Essendo un “riassunto teatrale”, si doveva girare a teatro, ma senza pubblico,e, per quel che mi riguarda, anche a FRASCATI, dove girammo la sequenza dell’ufficio di collocamento, con Lui, Cesare Gelli e Mario Castellani. La girammo un circa 30 o 40 giorni prima che morisse. Quelle scene che erano disturbate da qualche rumore, non mantenevano le battute della presa diretta e venivano doppiate. Ricordo che 3 battute le doppiammo io, Gelli, Castellani, ed al posto suo(era morto) Noschese. Alighiero Noschese di solito lo imitava con ironia, qui, essendo appena scomparso Totò, lo fece seriamente e piangeva commosso.
Andai a rendere omaggio alla salma di Totò, verso le 10 o le 11 del mattino, era un momento di minore afflusso, ricordo presenti la figlia, la moglie, una commossa cameriera, Castellani, Pino Ferrara e, lo scorsi dopo, sentendolo parlare, Gianni Agus che singhiozzava. Totò era disteso sul letto, con il fazzoletto legato alla testa, che gli cingeva il mento, che me lo ricordava nella finzione scenica di “NAPOLI MILIONARIA”… A completamento, ricordo scorsi, una bombetta ai piedi.
Diego De Chiara, scrivendo nel quindicinale “RITRATTI”, sottolineò che ai funerali a Napoli, quelli per Totò, furono i primi applausi ad un funerale

intervista esclusiva del tenente Colombo del 14 luglio 1999

 
 
Le interviste del tenente Colombo.....

 

responsabile area spettacolo di polesineonline.com

 

 

Vito Ortelli

Alfredo Angeli

Adolfo Trojani

Zoe Incrocci

Alfredo Marchetti

Alvaro Mancòri

Carlo Lizzani

Elio Pandolfi

 

Mario Bernardo

Ruggero Deodato

Maurizio Natali

Neno Zamperla

Nicola Bonsanti

Renato Fattore

Angelo Amatulli

Diego Alchimede

 

Giorgio Arlorio

Giorgio Aragno

Sandro D'Eva

Carlo Carlini

Domenico Caponecchi

Claudio Cirillo

Sergio Coletta

Sandro Mancori

interviste di: www.antoniodecurtis.com

 

 

 

 
GALEAZZO BENTI
 
 
 

Nato a Firenze il 6 Agosto 1923 morì nel 1993.

Nipote del Conte Bentivoglio, contrario alle aspirazioni artistiche del nipote, dovette abbreviare il cognome utilizzandolo come nome d'arte.

Rappresentò sia in Teatro che al cinema il giovanotto snob, con erre moscia e movenze adeguate.

Interpretò una sessantina di film, 7 dei quali con TOTO' e precisamente:

I DUE ORFANELLI(1947)

FIFA E ARENA(1948)

L'IMPERATORE DI CAPRI(1949)

TOTO' TARZAN(1950)

SETTE ORE DI GUAI (1951)

TOTO' A COLORI(1952)

TOTO' ALL'INFERNO(1955)

Dal 1955 al 1979 visse in Venezuela dove allestì una compagnia di produzione televisiva occupandosi soprattutto di spot.

Al rientro girò altri film ed ebbe anche una NOMINATION al DAVID DI DONATELLO per il film: "IO E MIA SORELLA"(1987) per la regia di CARLO VERDONE.

 

 
                                                                                                         Luciano Somma 

 

 

Totò destinazione Piovarolo

 
TINA PICA

Nel ricordare TOTO' non può mancare un accenno a questa grande attrice.

Nata a Napoli, nel popolare quartiere di sant'Antonio Abate, il 31 marzo 1884(anche se in alcune biografie è scritto 1888)e morta

il 15 Agosto del 1968.

Ottima caratterista dalla voce inconfondibile e nel suo genere unica. Fu attrice giovane ed interpretò in alcun i film anche personaggi maschili.

Esordì nel cinema muto nel lontano 1916 e lavorò con artisti come: VITTORIO DE SICA- SOPHIA LOREN- MARCELLO MASTROIANNI- GINA LOLLOBRIGIDA- UGO TOGNAZZI - FERNANDEL.

Con Toto' girò solo 3 film:

DESTINAZIONE PIOVAROLO

TOTO' E CAROLINA

FERMO CON LE MANI

Memorabili le sue interpretazioni in FILUMENA MARTURANO (1951) L'ORO DI NAPOLI (1954) IERI OGGI DOMANI (1963)

 

                                                                                     Luciano Somma

 

 

Mario Castellani

Nino Taranto

Peppino De Filippo

Aldo Fabrizi

Erminio Macario

Galeazzo Benti

Raimondo Vianello

Carlo Croccolo

Franca Faldini

Ninetto Davoli

Pietro De Vico

Giacomo Furia

Aroldo Tieri

Isa Barzizza

Carlo Campanini

 

www.antoniodecurtis.com

 
 
ALDO GIUFFRE'

Nato a Napoli il 10 Aprile 1924, attore poliedrico sia teatrale che cinematografico, ricchissimo il suo curriculum.

11 i films girati con TOTO' dei quali 5 come interprete:

TOTO' TERZO UOMO(1951)

TOTO' TARZAN(1951)

UN TURCO NAPOLETANO(1953)

IL MEDICO DEI PAZZI(1954)

RACCONTI ROMANI(1955)

Altri interventi in:

L'IMPERATORE DI CAPRI(1950)

NAPOLI MILIONARIA(1950)

 TOTO' SCEICCO(1950)

RACCONTI ROMANI(1950)

GUARDIE E LADRI(1951)

TOTO' CONTRO IL PIRATA NERO(1964)

Fratello di Carlo altro validissimo attore prevalentemente teatrale.

 

 

                                                                                                   Luciano Somma

 
 
MEMMO CAROTENUTO

Nacque a Roma il 24 Luglio 1908 ed a Roma morì il 23 Dicembre 1980

Formidabile caratterista cinematografico con la inconfondibile voce roca e la sempre presente ironia romanesca.

Figlio d'arte, e fratello dell'altrettanto celebre Mario, è stato comprimario attore negli anni 50 al fianco di ALBERTO SORDI- PEPPINO DE FILIPPO- VITTORIO DE SICA- GINA LOLLOBRIGIDA.

Con Toto' ha girato 8 films(memorabile la sua interpretazione del bandito in TOTO' PEPPINO E I FUORILEGGE)

Filmografia

TOTO' CERCA CASA(1949)

I TRE LADRI(1954)

BANDA DEGLI ONESTI(1956)

TOTO' PEPPINO E I FUORILEGGE(1956)

TOTO' A PARIGI(1958)

TOTO' E MARCELLINO(1958)

I SOLITI IGNOTI(1958)

IL GIORNO PIU' CORTO(1962)

Nonostante molti dei films avessero delle trame banali e scarne la grandezza di questi attori riusciva a valorizzarne le battute  spesso facendo una grande presa sul pubblico che ancora oggi, a distanza di tanti anni, li apprezza.

 

 

                                                     Luciano Somma

 
 
DANTE MAGGIO
 
Nato a Napoli il 2 Marzo 1909 vi morì il 3 Marzo 1992.
Una famiglia di attori, quella dei Maggio, Dante iniziò a lavorare nel Cafè Chantant con la sorella Rosalia per poi entrare a far parte della compagnia di Marisa Maresca(sorella di Lidia seconda moglie di Peppino De Filippo)
Numerosissimi i film girati, quasi sempre in ruoli minori.
Filmografia con TOTO':
I POMPIERI DI VIGGIU' (1949)
47 MORTO CHE PARLA(1950)
NAPOLI MILIONRIA(1950
TOTO' ALL'INFERNO(1955)
TOTO' VITTORIO E LA DOTTORESSA(1957)
TOTO' E PEPPINO DIVISI A BERLINO(1962)
OPERAZON SAN GENNARO(1966)
CAPRICCIO ALL'ITALIANA(1968)
Altri Maggio che ebbero una certa notorietà Beniamino e Pupella.
 
                    
                                               Luciano Somma
 
 
PIETRO DE VICO
Nato a Napoli il 21 Febbraio 1911 morì il 10 Dicembre 1999.
Figlio d'arte, il nonno musicista, lo zio professore  di musica ed il padre appassionato di teatro
De Vico crebbe in un ambiente dove si respirava aria di palcoscenico.
Debuttò nel ruolo di Peppiniello nella commedia di Edoardo Scarpetta MISERIA E NOBILTA'.
Ottimo attore la sua caratteristica fu l'invenzione del balbuziente, figura che portò innumerevoli volte sia nelle rappresentazioni teatrali che al cinema.
Con Toto':
TOTO' CERCA CASA(1949)
TOTO' DIABOLICUS(1949)
TOTO' SCEICCO(1950)
CHE FINE HA FATTO TOTO' BABY(1964)
Sposò l'attrice teatrale ANNA CAMPORI nel 1937 con la quale ha avuto oltre che una felice vita coniugale un'ottima intesa artistica fino alla morte.
 
 
                                                                                                              Luciano Somma
 
 
RAIMONDO VIANELLO
Nato il 7 Maggio 1922 è stato uno dei maggiori protagonisti della COMMEDIA ALL'ITALIANA(memorabili le sue interpretazioni in coppia con UGO TOGNAZZI)
Ha lavorato con Wanda Osiris, D'apporto, Macario, Bramieri, sposò nel 1963 Sandra Mondaini con la quale ha fatto ed ancor oggi fa coppia in CASCINA VIANELLO oltre a innumerevoli lavori in TV, più volte  in veste di elegante e garbatissimo conduttore anche sportivo. Una cinquantina i films girati dei quali molti con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia.
8 I films con TOTO'
I DUE ORFANELLI(1947)
FIFA E ARENA(1948)
TOTO' SCEICCO(1950)
LA CAMBIALE(1959)
SUA ECCELLENZA SI FERMO' A MANGIARE(1961)
TOTO' DIABOLICUS(1962)
LE MOTORIZZATE(1963)
RISATE ALL'ITALIANA(1964)
 
 
                                                                            Luciano Somma
 
 
GIANNI AGUS
Nato a Cagliari il 17 Agosto 1917 morì a Roma il 4 marzo 1994.
Iniziò a lavorare con Elsa Merlini, poi con Ruggero Ruggieri, passò successivamente al teatro di rivista con Michele Galdieri lavorando anche con Anna Magnani e Wanda Osiris.
Prese parte a numerose riviste con D'apporto e Delia Scala.
Con Peppino De Filippo fu in SCALA REALE, nel varietà con Paolo Villaggio nei panni del tremendo capoufficio di Fracchia, presentò anche un festival di san Remo nel 1958 quando Domenico Modugno vinse col BLU DIPINTO DI BLU.
Films con Toto':
FIGARO QUA FIGARO LA' (1950)
I DUE MARESCIALLI (1961)
TOTO' E CLEOPATRA (1963)
LE MOTORIZZATE (1963)
TOTO' SEXI (1963)
TOTO' CONTRO I 4 (1963)
Tra le migliori interpretazioni quella de IL FEDERALE.
 
 
                                                              Luciano Somma
 

Totò terzo uomo

 
CARLO DELLE PIANE
E' nato a Roma il 4 Febbraio 1936.
La caratteristica del suo naso deformato da una pallonata(un pò come la mascella di Toto' resa così da un pugno d'un professore dato per scherzo)ed una voce nasale lo hanno aiutato a creare un monello romano birbante chiamato Pecorino.
Ha girato moltissimi films alcuni, non molti,  poco più che ragazzino  con Toto'.
Ricordiamo:
GUARDIE E LADRI(1951)
TOTO' COMMISSARIO(1963)
TOTO' E CLEOPATRA(1963)
Ha poi girato con molti registi films anche abbastanza impegnativi come protagonista.
Attore molto ben preparato e serio.

Luciano Somma

 

Totò cerca moglie