Partecipiamo.it...Turismo

Vai alla home page

Trastevere e l’archeologia

 

 

 

 

Dall’altra parte del Tevere e dell’ Isola Tiberina (già sede del Tempio di Esculapio), inizialmente c’erano solo popolazioni etrusche e comunque non romane.

Lo sviluppo dell’Urbe e le numerose immigrazioni da varie parti dell’Impero ad un certo punto consentirono la creazione di nuovi quartieri – prevalentemente popolari- nella zona che ora individuiamo come Trastevere.

Di tutti questi antichi insediamenti – data anche la struttura delle numerose case di tipo economico- non è però rimasto moltissimo ed i siti visitabili non sono poi numerosi.    

Fra questi vanno comunque ricordati i diversi resti romani sotto le chiese di Santa Cecilia e San Crisogono nonché gli interessanti siti dell’Excubitorium della VII Coorte dei Vigili e del Santuario Siriaco del Gianicolo. La caserma dei vigili è una grossa testimonianza dei problemi del quartiere del tempo (incendi e problemi di ordine pubblico), mentre il Santuario di via Dandolo documenta la composizione sociale delle genti che si erano stabilite nella zona. C’erano tanti immigrati e diverse religioni come anche avviene oggi in molte città d’Europa. 

Di recente ai siti che si possono vedere vanno però aggiunte le due insulae individuate intorno all’anno 2000 in via dei Genovesi nel luogo dove anticamente era ubicato il Conservatorio di San Pasquale Baylon. La scoperta è stata effettuata durante i lavori di ristrutturazione degli edifici che ora ospitano il Collegio Sedes Sapientiae.

Quest’ultima area archeologica include tratti di basolato, pavimentazioni, frammenti interessanti sia di mosaici che di affreschi.

Non va comunque dimenticato che lungo il corso del Tevere erano però ubicate alcune  domus prestigiose riccamente arredate. Ma per vedere gli interessanti affreschi rinvenuti nei pressi dell’attuale Villa Farnesina bisogna però spostarsi a Palazzo Massimo in zona stazione Termini. Nell’ottocento, in diversi casi, infatti si pensò di salvare quanto fu “ritenuto” apprezzabile secondo le logiche del tempo.

 

a.p.

per approfondimenti:

http://www.lazio-directory.org/trastevere.htm