Partecipiamo.it ...vai alla home page

 
Giovanni Teresi
 
 
Angeli sulle macerie
 
 

La vecchia madre terra,

con rauco boato,

ha sepolto nel suo grembo la vita.

 

Cumuli di pietre,

in un sonno diverso,

giacciono ammucchiati.

 

Il silenzio, il buio,

la morte aleggiano imperterriti …

Si sente un grido, un vagito!

 

Nella polvere e sulle povere macerie

delle mani di Angeli fanno spazio,

stringono altre mani ferite.

 

Tra le travi contorte,

Giulia protegge con l’ultimo abbraccio

la piccola Giorgia.

 

Lì vicino, nell’angoscia,

il Crocefisso rotto

è l’emblema del dolore e della speranza.