Partecipiamo.it...vai alla home page

 
 
 
 
 
 

Giulia Luigia Tatti

Crepuscolo

 

Viene l’inverno, a un tratto

ma, l’aria, ha ancora

il tepore della primavera.

Una miriade di stelle, in cielo,

occhieggia, come in una danza,

seguendo, di un pianoforte

la ritmata cadenza.

È musica di pause, di sospiri,

di struggente, magica atmosfera,

di fiabeschi accordi,

nostalgico richiamo.

Nuova malinconia

mi assale al pensiero di te

e mi è caro il ricordo

di un tempo passato

e l’eco di altre note

che si schiudono al crepuscolo

come carezze lievi

dei miei fiori notturni.