Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

UN AQUILONE IN VOLO

 

Credevo d’impazzire

tra maleodoranti pagine

d’un quaderno smunto,

dove ho raccontato di me,

memorie stanche.

 

Anche quando

in quelle vergini,

scrivevo della gioia,

sapevano di ieri.

 

Tropo rancore,

troppo esilio.

 

Sentivo

l’assenza d’acqua

che non mi dissetava,

e quel lento peregrinare

dell’anima confusa

e intrappolata da fuliggini,

seppellita da storie inventate.

 

Ho smesso di voltarmi,

e a un passo dal precipizio,
raggiunto

al momento giusto,

 

ho ripreso a respirare.

 

Non impazzisce più

l’incredulità

di quel sentirmi sfinita,

svuotata dall’incomprensione,

lontana dai fantasmi,

 

perché mi riaccompagno

su una strada perfetta,

dove i sogni

non si nascondono,

non mi ostacolano.

 

E riemergo,

come sole tra le nuvole,

 

seguendo i colori

d’un aquilone in volo.