Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

Tu sei così

 

Il mattino si perde nella notte,

e io con la notte

a masticare l’ombra

d’una candela accesa.

 

Formicolano i pensieri

impauriti

al ritrarsi della mia incoscienza,

che appartiene al coraggio

di chi sorprende la nebbia,

scagliandosi oltre la rabbia,

e valicando il vento

spegnendole la luce.

Di chi stringe fili roventi

senza bruciarsi,

e una corda dove aggrapparsi

quando la libertà non ha catene.

 

Tu sei così.

 

Non io.

 

Chiudi la porta alle spalle,

raggiungi isole inesplorate,

e tocchi

con mani di brace la paura.

 

E ho sentito un brivido,

quando l’alba sveglia al mattino,

ha aperto la  porta all’incognita

e non al mio fiato,

 

mentre tu incosciente

mi regalavi la luna.