Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

TRASPARENZA

 

Non eri sole

nel guardare la notte,

non eri luce al crepuscolo

di onde che s’allontanavano.

 

Il vento si stendeva

sul cammino solitario del mare

e s’infrangeva

allo sguardo d’un soffio

sulla cima

antistante la collina.

 

Eri tormento

prima ancora che m’accorgessi

d’un tuono in lontananza,

in quel sentirmi strana,

dov’erano le ombre di certe sere

a seppellirmi

nell’inconsistenza dei miei attimi.

 

Urlavano di te,

 

e conoscevo già la tua voce

nel sentirti respirarmi l’aria

su quelle pagine,

dove vivevi da tempo.

Adesso,

in una trasparenza

che mi fa paura.