Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

TRA TE E L’INFINITO

 

Vivo
tra te e l’infinito,
e da questa stanza d’albergo
con l’odore forte del mare
che mi s’appiccica addosso,
scivolo lentamente
nella luce di te.

Il frangersi delle onde sugli scogli
trascinano nell’addio
il mio respiro.
Sogni che non sono che ombre,
s’alternano a inquieti sospiri.

Sollevo il viso,
e attraverso lacrime di rugiada
guardo l’orizzonte nella sua pienezza
e a stento,
in questo opaco che mi circonda,
riesco a immaginare il cielo.

Troppo lontana
l’esistenza vera d’un attimo.
Troppo penosa
disegnarla nella mente,
perché troppo è il dolore
che preclude ogni via d’uscita.

Mi chiedo,
se non è immaginazione
questo sentimento.
Mi chiedo il perché,
tanti perché per questo tormento.
Ma intanto…
tra te e l’infinito
io mi perdo.