Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

SU UN FILO

 

Camminava su un filo.

D’un sentimento

graffiava ogni illusione

ma…

erano deboli i suoi passi,

e nel vuoto capì

cos’era l’esistenza.

 

Provò ad aggrapparsi

a quel raggio di sole,

lasciato

tra i sentieri dell’incoscienza,

per non perderlo.

Ma il cielo

non ebbe pietà,

lo lasciò cadere

nella sua stessa rete.

 

Camminava su un filo.

Troppo labile

perché reggesse il peso

dell’indifferenza.

Lasciava ferite alle spalle

con la sua invitante ironia

ma…

erano fragili i suoi intenti,

e nel vuoto scoprì

cos’era il pianto.

 

Non s’era accorto

che un sogno,

col tempo,

se lasciato ad aspettare

sbiadisce

e che quel filo ormai teso

s’era spezzato.

 

***

(Impressioni)