Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

STRANAMENTE

 

Tuoi i passi,

mi tornavano ovattati,

a pochi metri

dove il ruscello cullava

il destarsi d置n airone

rannicchiato sulla sponda,

 

mentre la pioggia,

piangeva sulle foglie

d置n tiglio addormentato,

gocce

d置n giorno senza nebbia.

 

Stranamente,

come il rumore

del cadere d置na lacrima,

 

la tua,

 

e la sentivo scivolare

nel desertico spazio

che mi respiravo.

 

E stranamente,

tremavano gli occhi,

e sudate le tue mani

s誕sciugavano

al sorriso piegato d置na smorfia.

 

Poi,

nell誕bbraccio,

mi scomparso il cielo

e non ho visto pi

il cammino

camminare il sole.

 

Un attimo soltanto

e il vento

sbatteva la sua rabbia

sulle imposte

d置na finestra chiusa,

 

e nel dormiveglia

che sognava d置n sogno,

 

stranamente,

 

il mio di spalle

alle tue.