Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

Perchè io donna

 

Osai parlare

in un frastuono di pensieri

che s’arrendevano

prima ancora d’ascoltare.

 

Osai chiedere,

prima ancora di chiedere,

in un tumulto di frasi

che rispondevano senza capire.

 

Osai offrire un sorriso,

la disperata voglia di essere

quel che sono.

 

Solo il vento mi rispose,

e s’asciugavano di vergogna

le lacrime,

mentre un sogghigno

mise tutto a tacere.

 

Perché io donna,

con solo un cuore da regalare,

non osai pensare

allo sguardo che m’avrebbe aperto

la strada della vita.

A quel che avrebbe voluto,

chi dell’amore,

non comprende il significato

e mai sarà in grado

di conoscerlo.

 

Perché,

ad un cancello aperto,

non si baratta la dignità

con l’ipocrisia.

 

***

 

(Donne)

 

(A tutte quelle donne che vorrebbero essere capite per quel che sono e non per la loro esteriorità)