Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

OVATTATO BIANCORE

 

Sfogliai le pagine

d’un inverno appena cominciato

e mi guardai intorno.

 

Era bianco il cielo

fermo sulle nuvole,

a un passo

dall’incontrarsi con il gelo,

quasi come se,

con quel mantello,

volesse proteggersi dal vento.

 

Il vento che flebile

si diradava ad ogni ora

lasciandosi finire dal silenzio.

 

Fu magica la notte

quando inciampai,

nell’impalpabile fruscio

di fiocchi bianchi

sopraggiunti all’improvviso,

tra l’occhiolino di stelle

visibili a mala pena,

 

e la mattina,

 

l’assenza d’ogni rumore

fu un incanto,

semplicemente gioia,

quel silenzio impercettibile

d’ovattato biancore.

 

2° immagine