Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

L’ECO DEL MARE

 

Giovanni Marradi - Together

 
 

Schiaffeggiano gli scogli

orme di desiderio,

dove onde in tempesta

scagliano atterrite sulla sabbia

d’una notte inquieta,

la mia rabbia.

 

E’ il dolore

a sorseggiarmi le albe

e i tramonti,

che mai ho visto,

se non tacere e poi finire.

 

Ma l’incontrollabile

mormorio del mare,

diventa spumeggiante

e si dipana,

come serpente impazzito

sull’esile battigia del sentirmi.

 

Lo percepisco a distanza

e mi fa tremare.

 

Dovrò credere

e attendermi

sulla riva della malinconia,

laddove

le ombre annegheranno

e brinderò alla magia

d’insolite nuvole,

che hanno smesso di piovere.

 

E tuffarmi,

nelle gelide acque dell’orgoglio,

per amare

e ritrovare il rosso dei coralli

o sostare,

su quest’isola baciata dal sole,

e ascoltare,

dal silente singulto

d’una nave ferma ad aspettare,

ancora una volta

il rumore del mare.