Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

LACRIME DI MIELE

 

 
 

Piove dal sorriso

una goccia di te,

e non tornerà la malinconia,

che s’è dispersa nel vento.

 

Attraversano i pensieri,

lacrime di miele

e del respiro insonne,

non resta che la traccia,

d’un dipinto sbiadito.

 

L’inutile scompare nella nebbia

e il viso,

vive nel profumo d’ogni cosa.

Il cielo stanco si ricomporrà

  nell’esilio d’un corpo,

che ha rincorso tra i sassi il cuore

e sarai presenza,

d’un’attesa finita nella cenere.

 

Piove d’incanto la sera

su ciottoli calpestati dall’orgoglio,

e sarà  l’inverno con i suoi colori,

a riscaldarne il gelo.

 

S’apre la porta

che m’hai lasciato appena aperta

per non chiuderti nel niente

e di te,

che a testa bassa

hai guardato agli sbagli,

dietro vetri di nuvole lontane,

non sarà mai troppo tardi

il ritorno.