Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

LA LUNA SI È VOLTATA

 

Non ho ricordi

dei giorni lontani dal sentirti.

 

La voce strideva sui binari,

un treno andato via.

Un salto alla memoria,

su quelle foto

nel fondo d’un cassetto,

rimaste a raccontare.

 

Di te,

dei passi frettolosi,

una smorfia tra le rughe,

e la dolcezza

accasciata su una panchina

alla stazione.

 

Ricordi le parole

tra la nebbia?

Sono impresse su un foglio

e scritte male

col rosso d’una biro

senza inchiostro.

 

Non voglio ricordare -

 

La luna si è voltata

a spazi di anfratti scuri ed ingialliti,

a scatti d’immagini sbiadite.

 

L’orologio s’è fermato -

 

Sfumato

il tempo dell’arrivo

a quell’attimo inseguito

e mai raggiunto.

 

Tu vento,

io il soffio d’un momento