Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

LA LUNA CI GUARDA

 

Seguo con gli occhi l’onda.

 

Stanca s’immerge nella sabbia

e poi scompare.

Non sa come seguire l’istinto

e a scavare gli attimi.

 

Ma non s’arrende,

e la respiro profondamente.

 

Dove sentirti,

se il tramonto non scuce mai le ore

dalla mia parte,

e nelle sere sollevo polvere

quando vorrei raggiungerti?

 

Il singhiozzo

in quest’assenza non sa cedere

alla veridicità dell’infinito,

e mi confonde

nella corsa alle emozioni.

 

Fermati.

 

Tu puoi farlo

alla fonte del mio esisterti

e dissetarti di me se vuoi.

 

L’arsura brucia

le corde tese alla malinconia

adesso che lo strappo

lo sento premermi sul cuore.

 

Fermati.

 

Il giorno

si risveglierà dal torpore

d’intense sensazioni

rarefatte dalla notte.

 

Tu,

non lasciarti sopraffare dalle regole

d’un gioco troppo duro,

 

- la luna ci guarda -

 

Siamo ombre,

ma anche luce.