Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

INASPETTATA MAGIA

 

Mi sorprese il vento.

 

Era una notte fredda

e afono nella voce

danzava

in un mulinello di foglie

scricchiolanti.

 

Lo seguii

nel suo altalenante movimento,

e ai piedi d’una quercia,

luminescenti ali

sorvolarono al mio fianco,

come fossero angeli,

accecandomi lo sguardo.

 

Compressa sulle ciglia,

la meraviglia mi svegliò dal sonno,

la notte divenne giorno,

e il grigio azzurro.

 

Inaspettata magia

cosparse il cielo,

dove non più l’irrealtà

si nascose al sogno,

quando nel disorientarmi

chiedendomi del cosa,

 

vidi il tuo viso

su un cavallo bianco

riemergere

da cerchi concentrici di luci

in una luminosità ancestrale,

 

attorniato

da angeliche figure,

che tenendosi per mano

in un girotondo senza fine,

 

spensero il passato

e accesero il domani.

( Fantasia)