Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

GLI OCCHI DI NOTTI MAI TORNATE

 

Risento
parole sfinite
che non hanno nome
e né colore.

Mi affretto
a chiudere la porta
d’un sentire stanco,
spegnendo
il mormorio di voci
troppo assordanti,
lasciandomi leggere
dall’imbrunire.

E’ solitudine
quell’inutile pensare
e il cielo è silenzio,
che non parla più con la notte,
ma guarda lentamente
il suo ritrarsi
fino a scomparire.
Mentre la luna,
chiusa nel suo mistero,
ascolta la verità d’un cuore
che sa tacere.

E di quegli occhi
persi nel buio,
di notti mai tornate,
rammenterò
il sorriso di giorni
andati via.

***
(Riflessioni)