Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

EMOZIONE

 

Rannicchiata,

siedo sulla panchina

d’un viale

ancora addormentato,

ancora acerba

la vita da respirare,

e lieve è il fruscio

che m’accompagna.

 

Quante volte

al passaggio irrequieto

dei mie passi,

ho fermato il cuore nel vento,

e ho visto le nuvole andare,

 

rincorrendosi,

 

per poi fermarsi nell’azzurro

inquietante d’un pensiero.

 

Quante volte,

avrei voluto gustare

il mulinello danzante

della polvere,

e giocare con gli occhi

sui ciottoli

che s’avvolgevano alla pioggia.

 

Ma ho lasciato il pianto

sporcare l’esistenza

senza vederne la bellezza,

soffermandomi

a rafferme sensazioni.

 

E oggi che ritorno

in questo viale di sempre,

la luce non è più fioca,

ma brilla.

 

Lo percorro

e riemergo dalla profondità

alla solidità dei suoi profumi,

dei suoi colori,

in quest’aria pungente,

 

stringendo a me

il pulsare dell’emozione

alla sua vista,

che per la prima volta,

m’invade

in tutta la sua pienezza.