Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

ECHI MAI ASCOLTATI

 

Immergo nel silenzio

la stanchezza

e in quell’inchiostro d’ore,

trascorse accanto al buio,

per scrivere

del rumore d’un disordine,

che nella solitudine

m’insegue.

 

E il tuo tornarmi

tace,

in una compostezza

che non ha voce.

Soffio d’aria in un deserto

senza più respiro.

 

Vuoto

è il pensiero,

mentre a sbiadirsi

è il volto dell’aurora,

che tenta

di rinascere al tramonto.

 

E mi ferisce di me

il senso

di sentirmi ombra,

in un’assenza di pensiero,

quando mi vedo in cima

ai sentieri immaginari

della mente,

scolpito in echi mai ascoltati. 

***

(Riflessioni)