Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

DI QUEL CHE E’ STATO

 

T’aspetterò

al sorgere d’ogni alba

e mai si stancherà l’idea

d’esserti presenza.

 

Essermi dolore o amore

poco importa

se nell’anima,

il suono d’una melodia

mi riporta a pensarti

e il vento

d’armonia muove l’aria.

 

Sarò qui a risollevarti,

a seguirti se vuoi,

domani o in un’altra vita

contaci pure.

 

Fosse l’ultimo dei desideri.

L’ultimo dei pensieri

prima che la notte m’addormenti,

mentre m’aspetterai

alla deriva degli anni

e i capelli saranno bianchi.

Allo scivolare della sera

e le rughe saranno stanche.

 

Ma in quest’aria,

smessa e sfilacciata

forse,

finiremo col raccontarci

di quel che è stato,

dove non ci saranno più colori,

neppure,

se si volessero inventare.

 

E noi,

ci volteremo indietro

con un bagaglio di rimpianti

 e non saremo più respiro,

se non la mano tesa

del perdono.