Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

DEI GIORNI A VIVERMI E’ IL SILENZIO

 

E mi cercavi nei rumori

tra la gente

in una lacrima di gioia,

dove eravamo della lontananza,

indelebile presenza.

 

Non tacere

se di me erano gli occhi

a raccontarti dell’immensità del cielo,

del sapore pungente di salsedine.

Guarda,

dove s’è posata la mia mano

per scriverti di noi

e dimmi, se la pioggia ti parla ancora di me,

del grano che si piega al vento

e d’una spiga conservata a ricordo.

Non ho più lacrime per raggiungerti,

nessun sogno

aggrappato al grido d’una nuvola

per urlarti di esserci.

 

E nella solitudine,

s’accende più forte di te il pensiero

e tace il pianto per non sbiadirlo.

Dimmi che il tempo

non ha scucito l’idea che ho del sole,

del prato verde

dove raccoglievo le mie attese,

e della brina  che si scaldava alla tua voce.

Dimmelo,

con le parole che sai

adesso,

ferme in un angolo della mente..

 

Ma…

dei giorni a vivermi è il silenzio.

La nebbia

ha avvolto ogni respiro.

Non parli più…

quando basterebbe solo una parola.

 

***

(Amore)