Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

CON ALI DI CARTA

 

(Drammatica)

 

Fu il cielo ad avvertirmi,

la brezza mi sfiorava il viso

e di quella verità,

resta in gola un grido sordo.

 

Soffre di mancanza

stasera la mia pena,

mentre ascolto una canzone

e la lontananza,

mi è gelo sulla pelle.

 

Mi fermo al bivio

d’un silenzio

che taglia in due la vita,

mi guardo attorno e non c’è calore,

non c’è nessun odore più.

 

Nelle crepe del respiro,

avverto la tua voce

e mi allontano

dal riflesso d’uno specchio,

per non guardarmi in faccia.

 

Un volo con ali di carta,

che non resisteranno al freddo

degli inverni

e si aggiunge all’eterno cammino

il mio aspettare,

mentre la rassegnazione

viaggia su un binario morto.

 

E nell’anima

sarai presenza,

di questa assenza senza ritorno,

finché avrò ancora occhi

per guardami il cuore.