Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

CANDELE CONSUMATE

 

Raccatto cocci di storie

rivisitate dai pensieri.

Ombre stinte

di gomitoli srotolati intorno a me.

Promesse regalate al cielo

d’istanti senza voce

a ricordarmi sguardi verso occhi

capaci di capirsi.

 

Ma quanto tempo

in ore perse

tra gocce limpide

soltanto in apparenza.

Candele consumate

alla luce di contorni

sprofondati nel silenzio.

 

Sono soltanto

frammenti

di flash in dissolvenza,

i miei ieri,

lasciati macerare in dubbi

inceneriti dall’indifferenza.

 

Ardono le pagine

d’un libro senza nome,

scomparendomi alla vista,

ma non al cuore.

E mi feriscono le mani

carezze evanescenti,

bagnate dall’odore acre della notte,

mentre mi stringo

intorno al mio domani,

raccogliendomi in soffi di luce,

d’una speranza che non muore.