Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

ATTRAVERSO IL VENTO E IL MARE

 

Scriverai,

ricordandomi che il tempo

non ha piegato il pensiero,

in quel riverbero di passi infranti,

mai abbandonati

allo sguardo lontano

di calcoli sparsi nella notte

all’ombra d’una candela accesa,

 

degli argini che hai rimosso

nell’inquietudine del vivere,

tra sogni urlati al cielo

e la certezza

di varcare coi tuoi occhi

un agognato lido.

 

Scriverai d’un’idea

che ha preso forma,

tra l’incertezza

d’inseguire le tue orme

e quel volere

avvolto e masticato,

poi deriso,

e ancora

scavato con le mani

sui fondali d’un fiume in piena.

 

Scriverai d’aver raggiunto

il sole appena coricato

tra le braccia ansiose

del tuo cielo

con l’emozione in gola,

 

e di chilometri

scritti sulle rughe

di fogli stropicciati,

all’alba d’ogni giorno,

attraverso il vento e il mare.